SPAGNA, TUTTO PRONTO PER LA CAMPAGNA ELETTORALE PER LE POLITICHE DEL 26 GIUGNO Il Pp rimane il favorito per il primo posto, con fra il 28 e il 30% delle intenzioni di voto, davanti a Podemos, ora alleato con Izquierda Unida, sul 25%, che centrerebbe lo storico "sorpasso" sul Psoe, fermo attorno al 20-22%, e a Ciudadanos al 14-1

464
elezioni

Inizierà a mezzanotte inizia in Spagna, con i comizi dei principali candidati premier, la campagna ufficiale per le elezioni politiche anticipate del 26 giugno, convocate a causa del fallimento di ogni tentativo di formare un nuovo governo dopo le legislative del 20 dicembre, che avevano eletto un parlamento frammentato ponendo fine al bipartitismo Pp-Psoe.

Quattro candidati, il premier uscente Mariano Rajoy, leader del Pp, il socialista Pedro Sanchez, Pablo Iglesias di Podemos e Albert Rivera di Ciudadanos sono in lizza per diventare il nuovo capo del governo di Madrid. Gli ultimi sondaggi indicano che nessun partito potrà conquistare la maggioranza assoluta dei seggi nel nuovo parlamento e che molto probabilmente il Paese dovrà essere governato da una coalizione.

Il Pp rimane il favorito per il primo posto, con fra il 28 e il 30% delle intenzioni di voto, davanti a Podemos, ora alleato con Izquierda Unida, sul 25%, che centrerebbe lo storico “sorpasso” sul Psoe, fermo attorno al 20-22%, e a Ciudadanos al 14-16%.

Nel frattempo Podems, nella giornata di ieri, ha reso pubblico il suo programma. Per invogliare la gente a leggerlo il partito degli ex indignados di Spagna, ha deciso di pubblicarlo in una forma inusuale, ossia simile a un catalogo Ikea: le 192 pagine della pubblicazione – in vendita a 1,80 euro sul sito ufficiale dei partito – è esplicitamente copiato a quello del colosso dei mobili svedese.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS