CALCIOMERCATO: TOTTI FIRMA IL RINNOVO CON LA ROMA, HIGUAIN VALUTA IL LIVERPOOL Il Capitano: "Ho sempre sognato di concludere la carriera con una sola maglia". Il pipita: "Deciderò del mio futuro dopo la Coppa America"

574
totti

Ci sono voluti alcuni mesi, ma da Roma, per la gioia di numerosi tifosi, sale la fumata bianca: Francesco Totti, al termine di una giornata convulsa e ricca di colpi di teatro, ha incontrato il presidente James Pallotta nello studio Tonucci alla presenza di Leonardi, il suo commercialista di fiducia, e ha firmato il nuovo contratto che lo lega al club giallorosso fino al 30 giugno 2017. Il Capitano disputerà quindi la sua ultima stagione da giocatore prima di assumere un ruolo da dirigente. Totti, che ha abbandonato lo studio Tonucci a bordo di una Smart e in compagnia del fratello Riccardo, ha scherzato con i giornalisti che lo attendevano: “Contento del rinnovo? Chiedete al presidente. Cosa gli ho promesso? E’ lui che mi ha promesso”. Il contratto prevede uno stipendio di 1,2 milioni. Al termine, il numero 10 della Roma dovrebbe poi assumere il ruolo di direttore tecnico per le successive sei stagioni. Dopo la firma ufficiale, Totti ha raccontato le sue sensazioni a Roma Tv. “Ho fortemente desiderato questo contratto, che rappresenta la realizzazione del mio sogno. Ho sempre sperato di attraversare e di chiudere la mia carriera con una sola maglia addosso, quella della Roma. Dopo aver parlato con il Presidente sono ancora più convinto che restando uniti potremo centrare grandi obiettivi”.

Anche James Pallotta ha manifestato tutta la sua gioia per la firma. “È una bella coincidenza che, nel giorno dell’anniversario della fondazione dell’As Roma, Totti abbia firmato il suo nuovo contratto da calciatore – ha detto il Presidente giallorosso -. Nessuno ha giocato più partite o segnato più gol di Totti in questo Club e noi siamo onorati che possa continuare a giocare per un’altra stagione. Si è guadagnato questo rinnovo e ora vogliamo che questa sua ultima stagione sul campo coincida con l’inizio di una nuova epoca di successi per l’As Roma”. Ha poi proseguito: “Ci sono stati momenti molti importanti a fine stagione che hanno chiaramente dimostrato che Francesco può aiutare la squadra. La doppietta di Totti al Torino? E’ stata molto bella, sarebbe stato impossibile da scrivere su un copione. Stavo guardando la partita mentre ero a Boston e ho cominciato a ridere e a dire che era un finale perfetto in stile Hollywood. E’ entrato in campo ed è sembrato come se fosse arrivato Superman che si strappa l’uniforme e salva la situazione! Non si poteva chiedere nulla di meglio! La squadra non poteva chiedere di meglio, Francesco non poteva chiedere di meglio, la città di Roma non poteva chiedere di meglio. E’ stato davvero un grosso aiuto per tornare in Champions League”.

higuain

Se a Roma i tifosi festeggiano il loro eroe, non si può dire lo stesso dei supporters del Napoli, incupiti dalle poche parole, ma abbastanza eloquenti, di Gonzalo Higuain: “Il mio futuro? Ora sono concentrato soltanto sulla nazionale. Ne parleremo soltanto dopo la Coppa”. Il pipita è stato il vero protagonista della vittoria dell’Argentina (2-1) con il Cile al debutto in Coppa America. L’obiettivo è vincere il trofeo. Il resto viene dopo. Tuttavia, le parole pronunciate dal bomber argentino lasciano la questione aperta. Il Napoli resta tranquillo, forte della clausola di rescissione di 94 milioni e 736 mila euro. Tra i Club interessati c’è anche il Liverpool di Jurgen Klopp. Ma le offerte non sono ancora arrivate e De Laurentiis continua a lavorare con il fratello Nicolas per l’adeguamento del contratto, un presupposto indispensabile per la conferma di Higuain, che resterebbe nella città partenopea fino al 2020, con un ingaggio di circa 7 milioni di euro. La questione si risolverà entro il 30 giugno, ultima data utile per sfruttare la clausola.

Nel frattempo il Napoli si muove su più fronti, ed è impegnato alla ricerca di un centrocampista. Forse Hector Herrera è quello giusto: il suo agente ha incontrato De Laurentiis e ha dato la sua disponibilità ad un contratto quadriennale, ma a cifre importanti (1,5 milioni di euro). E’ stata risolta pure la questione dei diritti d’immagine. La trattativa, però, non si è conclusa, poichè gli azzurri non hanno l’accordo con il Porto, che continua a chiedere 20 milioni per il 26enne messicano. La differenza tra le parti è di circa 5 milioni. Dal canto suo, la società portoghese non disdegna un’asta, considerando che anche il Liverpool ha chiesto informazioni. Le alternative che restano sono: Zielinski, un’idea che non è mai tramontata, così come de Roon dell’Atalanta. O Sime Vrsaljko, ma al momento è irremovibile. Ha scelto l’Atletico Madrid e non ha preso in considerazione l’ipotesi Napoli. Il ds Giuntoli ha chiesto quindi informazioni su Fabinho del Monaco, che potrebbe diventare molto presto un’idea concreta.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS