NUOVO CAPITOLO QUANTITATIVE EASING ALLA BCE: OGGI AL VIA GLI ACQUISTI DEI CORPORATE BOND Con gli acquisti di obbligazioni emesse da società, la Bce punta a portare lo stimolo monetario proprio là dove c'è il nodo dei bassi investimenti, cioè le imprese

577
Bce

Si apre oggi un nuovo capitolo del Quantitative Easing della Banca Centrale Europea con l’ampliamento del piano di acquisti alle obbligazioni di società non bancarie (corporate sector purchase programme, o Cspp). Oltre ai titoli di Stato l’istituto guidato da Mario Draghi, fa già incetta di bond di emittenti private, ma finora attingendo unicamente ad alcune particolari tipologie ritenute più solide, peraltro emesse da banche su cui ha il potere di vigilanza.

Con gli acquisti di “corporate bond”, le obbligazioni emesse da società, la Bce punta a portare lo stimolo monetario proprio là dove c’è il nodo dei bassi investimenti, cioè le imprese. La Bce non nasconde che si aspetta un contributo importante allo stimolo dell’inflazione bypassando il canale bancario, anche se tutti convergono sul fatto che le imprese di credito ne chiedono poco.

Di fatto, con il solo annuncio del programma, la Bce ha già causato un crollo dei rendimenti medi sulle emissioni aziendali con rating d’investimento all’1%. Restano ridotte, in ogni caso, le dimensioni del “Cspp”, come ha riconosciuto oggi il consigliere Bce slovacco Jozef Makuch: la gran parte degli analisti si aspetta acquisti mensili fra i 5 e i 10 miliardi di euro, per un mercato che vale circa 600 miliardi.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS