TSUNAMI BASSOLINO SUL PD: “A NAPOLI SI E’ PERSO SENZA COMBATTERE” L'ex sindaco: "Fatto un regalo a de Magistris. Renzi si è fatto trascinare da cattivi consiglieri"

498
bassolino

“Peggio non si poteva fare. Abbiamo perso senza neanche combattere. Non siamo andati al ballottaggio e non si è combattuto neanche al primo turno”. E’ durissimo il commento di Antonio Bassolino alle amministrative di Napoli che hanno visto la candidata Pd, Valeria Valente, essere esclusa dal ballottaggio del 19 giugno. Il problema, secondo l’ex sindaco, non è stato l’alleanza con i verdiniani di Ala. “E’ solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso – ha spiegato – il problema è stato il Pd che non ha fatto il Pd”.

Bassolino è d’accordo con Renzi sul fatto che si votasse per i sindaci e non sul governo ma il dato politico non può essere sminuito. “Quando si vota in così grandi città – ha sottolineato – che sono l’ossatura dell’Italia, lo si fa anche sul Paese”. Il premier viene solo sfiorato dalle critiche di Bassolino. “Gli è stato fatto commettere un serio errore – ha evidenziato – ha avuto cattivi consiglieri”. In particolare a trascinare il segretario nazionale sono state “logiche correntizie, connivenze”.

Renzi, ha aggiunto, è stato “trascinato in una vera e propria avventura politica” e ora in tanti “abbandonano la nave senza guida” e “salgono su tante scialuppe di salvataggio pronti a vedere cosa fare nei prossimi mesi. Mi auguro che Renzi ora voglia andare a fondo sul Pd provinciale e regionale”. Il Pd, ha concluso, ha fatto un grande regalo a de Magistris, “è andato al ballottaggio senza battaglia”

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS