GRECIA: SCOPERTA “L’ATLANTIDE DEI BATTERI” Rinvenuta per la prima volta nel 2014, si pensava fosse opera dell'uomo

612
atlantide

I sub hanno scoperto una vera e propria “Atlantide” costruita dai batteri immersa nelle acque del mare greco vicino all’isola di Zante. L’Atlantide dei batteri si trova vicino alla spiaggia di Alikanas, tra i 2 e i 5 metri di profondità. È stata scoperta casualmente nel 2014 e divenne famosa quando le spettacolari immagini vennero pubblicate su Google Earth, attirando l’attenzione degli esperti del ministero della cultura greco. Le fotografie sembravano infatti ritrarre i resti di un’antica città portuale, con i basamenti circolari delle colonne e le mattonelle della pavimentazione di una strada: ciò che non tornava agli archeologi, però, era la totale mancanza di monete, vasellame e altri oggetti che potessero indicare la presenza dell’uomo.

Ma non su tratta di opera umana, bensì di concrezioni minerali prodotte da speciali batteri che vivono sui fondali in prossimità di emissioni di gas metano. E’ quanto dimostrato da uno studio dell’Università di Atene in collaborazione con l’Università dell’Anglia Orientale, in Gran Bretagna, pubblicato sulla rivista Marine and Petroleum Geology Per risolvere il mistero sottomarino, venne avviata una prima indagine chimica e mineralogica dagli esperti delle due università. Dalle analisi è emerso che si tratta di concrezioni minerali formate all’incirca 5 milioni di anni fa dall’azione di speciali batteri che usano come benzina il metano rilasciato dal fondale marino: i prodotti di scarto formati da questo processo avrebbero creato nel corso di migliaia di anni delle rocce sedimentarie carbonatiche costituite principalmente dal minerale dolomite, modellate poi dall’azione delle onde. “E’ un fenomeno raro in acque così basse” hanno spiegato i ricercatori. “Scoperte simili vengono fatte in genere a centinaia o migliaia di metri di profondità”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS