IRAQ, I MILIZIANI DELL’ISIS SPARANO SUI CIVILI DI FALLUJA La denuncia arriva da una ong indipendente per l'assistenza e la protezione dei profughi

474
falluja

I miliziani del sedicente Stato islamico (Isis) stanno sparando sui civili che tentano di lasciare Falluja, città dell’Iraq situata a circa 69 km da Baghdad teatro da alcune settimane di un’offensiva delle truppe lealiste. Lo ha denunciato la Norwegian Refugee Council (Consiglio per i Rifugiati in Norvegia), un’ong indipendente che fornisce assistenza e protezione ai profughi.

“Le nostre più grandi paure sono ora tragicamente confermate con i civili presi di mira direttamente mentre provano a fuggire verso la salvezza”, ha dichiarato il direttore di Nrc in Iraq, Nasr Muflahi. “Questo è il peggio che temevano potesse accadere a uomini, donne e bambini innocenti che hanno dovuto lasciare tutto per mettere in salvo le loro vite”, ha aggiunto.

Secondo quanto riferito da esponenti dell’ong all’emittente statunitense Cnn, sono circa 50mila i civili intrappolati a Falluja, città situata sull’Eufrate, da circa due anni nelle mani dell’Isis. Sempre stando ai dati forniti dall’organizzazione non governativa, sono quasi tremila le famiglie che sono riuscite a lasciare la città dalla fine di maggio, quando è iniziata l’offensiva delle truppe lealiste. La maggior parte ha trovato riparo nei campi per rifugiati, ma ancora migliaia di famiglie sono intrappolata tra l’offensiva lealista e la difesa del territorio del califfato che non si fa scrupoli nell’usare i civili come scudi umani.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS