ANGOLA, LE DAME SALESIANE APRONO 3 NUOVI CENTRI PER LA TUTELA DELLE DONNE Le "Damas salesianas" sono attive in tanti settori dell’emarginazione e della povertà in molte parti del mondo

495

Sono chiamate comunemente le “Imprenditrici del Regno di Dio”. Sono le donne appartenenti all’associazione delle Damas Salesianas, persone attive in tanti settori dell’emarginazione e della povertà in molte parti del mondo che ora hanno avviato il loro servizio anche in Angola, grande Stato dell’africa centro-occidentale affacciato sull’oceano Atlantico.

La signora Bienvenida Testón, Responsabile regionale dell’associazione delle Damas Salesianas per l’Europa, insieme a don Eusebio Martinez, assistente spirituale, si sono recati nei giorni scorsi in Angola dove sono stati fondati tre centri: Luanda-San Paolo, Luanda-San José de Nazaret e Benguela. La missione delle Damas Salesiana si concentrerà essenzialmente nella promozione umana, l’evangelizzazione, la difesa della dignità umana, soprattutto della dignità della donna.

L’avvio dei tre centri è iniziato con una sessantina di donne angolane che si erano interessate e impegnate nel progetto. A breve le protagoniste riceveranno la formazione dai loro assistenti spirituali e allo stesso tempo cominceranno a dare forma ai progetti sociali per andare incontro ai bisogni dei bambini, dei giovani e dalle donne nelle loro realtà, come dare assistenza sanitaria a mamme e neonati, o aiutare le famiglie indigenti, assistere gli anziani. Le “Damas Salesianas” sono, secondo lo statuto, “una aggregazione di donne cattoliche, laiche, in continua crescita. Impegnate con il mondo, la Chiesa e la Famiglia Salesiana che si gestiscono con una mentalità imprenditoriale”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS