AL VIA UFFIZI LIVE: APERTURA NON STOP TUTTI I MARTEDI’ FINO ALLE 22 In programma, eventi e serate tra le sale del museo della famiglia de' Medici

468
UFFIZI

Estate ricca di arte alla Galleria degli Uffizi, i famosi musei fiorentini voluti da Cosimo de’ Medici nel 1560 per il riunire le 13 più importanti magistrature fiorentine, dette, appunto “uffici”. Fino al 27 settembre 2016, ogni martedì la Galleria effettuerà un’apertura continuata dalle ore 19 alle ore 22. L’ingresso nel museo sarà a pagamento ed è possibile prenotare la visita attraverso il sito web www.uffizi.it oppure chiamando il numero di Firenze Musei 055-294883. Inoltre, ogni martedì tra le 19 e le 21 circa, all’interno delle sale del museo i visitatori avranno l’opportunità di godere non solo delle opere d’arte della collezione, ma anche di un ampio ventaglio di proposte artistiche che spazieranno dai repertori e dai linguaggi espressivi più classici delle diverse arti performative fino a quelli più contemporanei. Il tutto compreso nel prezzo del normale biglietto di ingresso.

“Nella programmazione diamo spazio a piccole realtà artistiche e a iniziative che valorizzano il patrimonio artistico in maniera originale” ha affermato afferma Eike Schmidt, Direttore delle Gallerie degli Uffizi. Questo il calendario dettagliato dei primi martedì sera: martedì 7 giugno: il musicista e attore Gabriele Bajo, come un pifferaio di Hamelin, accompagnerà i visitatori in una intrigante visita itinerante, ricca di riferimenti letterari tratti da scrittori e poeti che tra Settecento e Novecento hanno scritto sulle opere della Galleria; martedì 14 giugno: in questa serata è previsto un doppio appuntamento. Le eleganti note di jazz dell’ensemble Musicheria di Carlo Bonamico accompagneranno le letture di Milena Mammato nella rievocazione di alcune atmosfere della Firenze di fine Ottocento e inizio Novecento, raccontate attraverso gli occhi stranieri di famosi viaggiatori d’eccezione.

Contemporaneamente la compagnia Versiliadanza diretta da Angela Torriani Evangelisti presenterà, all’interno delle sale espositive, una performance itinerante dal titolo Looking for Visions, una elaborazione coreografica su alcuni temi tratti dai dipinti esposti; martedì 21 giugno è il turno della raffinata proposta della Compagnia Zefiro e la Musica di Beatrice Cristini che proporrà un mélange di musica del Cinque e Seicento eseguita dal vivo, danza rinascimentale e letture di brani da autori coevi.

Martedì 28 chiude il calendario del mese di giugno un altro doppio appuntamento. L’attrice Stefania Stefanin, accompagnata dalle suggestioni di un violoncello, rievocherà e attualizzerà, con un sottile sguardo rivolto ai drammi dei giorni nostri, il mito ovidiano della strage dei Niobidi. In un’altra sezione della Galleria, la compagnia di Chiara Macinai e Robert Pettena metteranno in scena una performance mimica itinerante ispirata ai saggi di Roland Barthes (La camera chiara) e George Kubler (The Shape of Time), indagine personale sul senso dell’eredità dell’artista: lasciare un segno. Ogni performance si concluderà entro, e non oltre, le 21 in tempo per dare il via alle procedure di chiusura del museo. La programmazione degli appuntamenti di Uffizi Live da luglio fino al 27 settembre sarà resa nota nel mese di giugno.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS