IN ARGENTINA E’ LA GIORNATA NAZIONALE DELL’EMIGRANTE ITALIANO

749
argentina

Il 3 giugno in Argentina, e in particolare a Bueons Aires, si celebra la Giornata dell’Emigrante Italiano. In questo giorno di festa, molto sentito nella nazione e in particolare dalla popolazione di origine italiana che, giova ricordarlo, è quasi il sessanta per cento dei residenti, si rende omaggio a tutti gli emigranti italiani, che tanto hanno dato al patrimonio spirituale e materiale dell’Argentina.

La data del 3 giugno è stata scelta per commemorare la nascita del generale Manuel Belgrano, anch’egli figlio di un emigrante italiano. E’ stata necessaria una legge, la numero 24561, per sancire l’istituzionalizzazione della Giornata dell’Emigrante Italiano, come riconoscimento e tributo della Repubblica argentina a tutti gli italiani che, votati ai valori del lavoro e del sacrificio, dell’onestà e della perseveranza, hanno resto grande l’Argentina.

Tra quelle famiglie di emigranti che lasciarono il Bel Paese approdando sulle coste del Sud America, la Storia ci ricorda la famiglia formata da Domenico Belgrano Peri, un ligure giunto a Buenos Aires da Capo d’Oneglia (oggi Imperia) e la moglie, María Josefa González. Il 3 giugno 1770 nasce Manuel José Joaquín Imperiadel Corazón de Jesús Belgrano, creatore della Bandiera Nazionale Argentina, considerato con José de san Martin e Simon Bolivar uno dei padri dell’indipendenza dei Paesi sudamericani dalla Spagna. In tempi più recenti, nel 1928, una famiglia piemontese salpa da Genova sulla nave Giulio Cesare in direzione Baires. per cercare fortuna nel grande Paese sudamericano. Di cognome fanno Bergoglio e 7 anni dopo nella capitale daranno alla luce il piccolo Jorge Mario, che 77 anni dopo tornerà in Italia per diventare Papa. Ma questa è un’altra storia.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS