REFERENDUM, BERLUSCONI: “SE VINCE IL NO SIAMO PRONTI A UN GOVERNO DI UNITA'” L'ex premier a "L'Aria che Tira": "Necessario cambiare l'italicum. Potremmo dare i nostri voti in Parlamento insieme al Pd"

531
berlusconi

Se al referendum di ottobre dovesse vincere il no Forza Italia sarebbe “disponibile” a dare i propri voti in Parlamento, anche insieme a quelli del Pd, per dar vita “ad un governo di unità nazionale per una emergenza” costituita dal cambio della legge elettorale. Lo ha detto Silvio Berlusconi, intervistato a L’aria che tira, su La7. Alla domanda se il partito azzurro fosse disponibile ad impegnarsi in Parlamento per un governo che cambiasse l’Italicum, l’ex Cavaliere ha replicato: “Fi non è solo disponibile ma è necessario che lo faccia”.

Berlusconi, dopo aver sottolineato di non essere lui il candidato premier del centrodestra, ha rivolto un nuovo appello all’unità alle forze politiche moderate. “Il centrodestra ha una sola possibilità di vincere le elezioni, farlo al primo turno superando il 40%” perché al ballottaggio perderebbe sia con il Pd che con M5S. Concetto espresso anche durante una precedente intervista al Tg1. “Io non faccio passi avanti – aveva detto l’ex premier – io sono il federatore del centrodestra perché uniti si vince e divisi si perde”

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS