TURCHIA, PROFESSORE ITALIANO MUORE PRECIPITANDO DURANTE UNA ESCURSIONE Alessandro Angelucci di 34 anni, di Pescara, insegnava storia bizantina all'Università di Chieti-Pescara

574
Turchia

Un cittadino italiano è morto ieri pomeriggio in Turchia in un incidente avvenuto durante un’escursione nel distretto di Karasu della provincia di Sakarya. Lo confermano le fonti consolari. La vittima è Alessandro Angelucci di 34 anni, di Pescara e si trovava in Turchia con un gruppo di studenti nell’ambito del progetto di scambio Erasmus Plus. Angelucci è precipitato da un burrone da un’altezza di circa 15 metri, dopo aver perso l’equilibrio.

L’incidente è avvenuto nella zona naturalistica di Kocaeli (anche Kokaali). Prima di essere riportato in Italia, il corpo di Angelucci è stato trasferito ad Istanbul per l’autopsia disposta dal magistrato per confermare la dinamica della morte. La provincia di Kocaeli si trova nella parte asiatica della regione di Marmara, sul Mar Morto. Per la sua ubicazione, sul mare non lontana dallo stretto sul Bosforo a 200 km da Istambul, è una famosa meta turistica internazionale. La regione è anche tristemente nota perché, il 17 agosto del 1999, fu colpita da un fortissimo terremoto di magnitudo 7.4 che causò più di 17.000 morti, oltre a centinaia di migliaia di sfollati e ingenti danni a case e proprietà. Per Angelucci, le condoglianze di colleghi, amici e studenti.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS