SIRACUSA, ARRESTATI 7 PRESUNTI SCAFISTI I fermati sono due gambiani, un senegalese, un ghanese e tre egiziani

438

Sette presunti scafisti sono stati fermati ad Augusta su disposizione della Procura di Siracusa nell’ambito delle indagini di due sbarchi di complessivi 861 migranti avvenuti ieri nel porto, dopo il salvataggio di quattro gommoni e di un barcone nel Canale di Sicilia. I fermati sono due gambiani, un senegalese e un ghanese – che sono ritenuti i piloti di due dei gommoni – e tre egiziani accusati di essere i componenti dell’equipaggio del barcone. Sono tutti indagati per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Le indagini sono state eseguite dagli investigatori del Gicic della Procura di Siracusa.

Il 26 maggio scorso, sempre ad Augusta, sei presunti scafisti sono stati fermati dal Gruppo interforze di contrasto all’immigrazione clandestina (Gicic) della Procura di Siracusa nell’ambito delle indagini avviate sull’arrivo, due giorni prima, della nave militare italiana “Luigi Durand de la Penne” con a bordo altri 509 migranti recuperati nel salvataggio di tre gommoni e un peschereccio in difficoltà. I fermati in quell’occasione erano tre gambiani, un senegalese, un egiziano e un marocchino. I sei sono stati portati in carcere per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Intanto, la nave Dattilo è ora in navigazione verso il porto di Pozzallo con 321 migranti a bordo. Le operazioni di sbarco sono previste per stamattina e la macchina dell’accoglienza è stata prontamente allertata. Ieri dall’hot spot di Pozzallo sono stati trasferiti in altre regioni d’Italia 500 dei 699 migranti arrivati sabato mattina col pattugliatore “Asso 29”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS