SALVINI FA RETROMARCIA SUL GRA: “DEVE ESSERE GRATIS” Il leader della Lega: "La società che lo gestisce dovrebbe pagare i danni ai romani per i disagi"

548
salvini roma

“Non solo non vorrei far pagare il Gra ma per me la società che gestisce il Gra dovrebbe pagare i romani per i disagi”. Lo ha detto Matteo Salvini durante una video chat con il candidato sindaco di Roma Giorgia Meloni una nuova smentita alla presunta proposta di far pagare il Grande Raccordo anulare.

“Non solo non vogliamo far pagare il Gra ma vogliamo togliere il pedaggio per i cittadini di Lunghezza e altri quartieri che pagano 1.20 euro per entrare in città, gli fa eco Giorgia Meloni. La video chat, in diretta dalle automobili sulle quali i due alleati stanno viaggiando separatamente continua con uno scambio di battute sugli sfidanti alla poltrona di sindaco di Roma.

“I sondaggi che non si possono nominare – dice Salvini – dicono che Marchini al ballottaggio non ci arriva nemmeno con la biga…anche se lui preferirebbe un Ferrarino”. “Sai, Matteo – lo informa Meloni – che Raggi dice che quando io ero ministro della gioventù la disoccupazione è aumentata? Forse le sfugge che c’è stata una crisi mondiale: mi sa che Raggi capisce di economia come Alfano capisce di immigrazione”.

“No, non lo nominare – ribatte Salvini – sennò cade la linea”. Infine, per fugare ogni dubbio su eventuali dissapori tra i due Salvini e Meloni spiegano che “in tutta Italia combattiamo insieme”. Poi, gli alleati si salutano e Salvini esclama “Daje” per chiudere la diretta.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS