BIRMANIA, FRANA IN UNA MINIERA DI GIADA: 12 MORTI Nella zona delle miniere sono molto frequenti incidenti simili, soprattutto a causa delle scarse condizioni di sicurezza in cui lavorano i minatori

473
Birmania

E’ di 12 morti e oltre 50 persone ferite il bilancio della frana avvenuta in una miniera di giada nel nord della Birmania. La Bbc, che ha riportato la notizia, ha comunicato che il disastro si è verificato nel villaggio di Waikha, vicino a Hpakant, nello stato di Kachin. Secondo quanto comunicato dalle forze dell’ordine e dai soccorritori, una parte della montagna di residui minerari ha ceduto, causando una frana che ha travolto un gruppo di lavoratori che erano presenti nell’area. Secondo quanto si apprende, la zona è stata teatro di forti piogge.

Nella zona delle miniere sono molto frequenti incidenti simili, in primo luogo a causa delle scarse condizioni di sicurezza nell’ambiente di lavoro, secondo a causa della presenza di molti minatori improvvisati che cercano pietre preziose nei cumuli di detriti vicino ai giacimenti. Lo scorso novembre, un incidente simile si era verificato in un’altra miniera nello stato di Kachin. Una gigantesca frana aveva travolto un villaggio che si trovava nelle immediate vicinanze di un sito di estrazione della giada. In quell’occasione persero la vita circa 100 persone, tutte residenti nel villaggio.

La regione birmana è nota per la produzione di giada tra la più alte al mondo qualitativamente. L’estrazione e la vendita del prezioso minerale dalla caratteristica colorazione verdognola frutta al Paese miliardi di dollari all’anno. Ma molti osservatori sostengono che la maggior parte degli introiti vadano a persone e aziende legate al governo militare che guida la regione.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS