STRAGE DI ANKARA: LA MENTE ERA IL SUPER RICERCATO YUNUS DURMAZ L'uomo, su cui pendeva una taglia di 1,3 milioni di euro, si è fatto esplodere giovedì durante un blitz della polizia a Gaziantep

568
Bombe-Ankara2

Era il terrorista Yunus Durmaz, conosciuto come “l’emiro di Gaziantep” e considerato la mente dell’attacco alla stazione di Ankara in cui morirono 100 persone, il kamikaze che giovedì scorso si è fatto saltare in aria durante un blitz dell’antiterrorismo turca a Gaziantep, al confine con la Siria. Lo ha detto il sindaco della città, Ali Yerlikaya, spiegando che nella stessa operazione sono state arrestate altre 12 persone, tra cui il fratello di Durmaz, Haci Ali, anche lui ricercato di spicco, oltre alla moglie e i due figli del jihadista suicida.

“L’emiro di Gaziantep”, su cui in Turchia pendeva una taglia di 4 milioni di lire (circa 1,3 milioni di euro), oltre ad essere accusato della strage di ottobre alla stazione di Ankara, era condierato anche responsabile dell’organizzatore dell’attentato sventato allo stadio di Istanbul per il derby calcistico tra Galatasaray e Fenerbahce a marzo. Secondo le autorità, stava anche pianificando un attentato al congresso straordinario di domenica scorsa del partito Akp del presidente Recep Tayyip Erdogan

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS