OMICIDIO AL TRIONFALE: TASSISTA UBRIACO SGOZZA UN COMMERCIANTE Il rifiuto di vendere alcolici è sfociato nell'omicidio del proprietario di "Vino e Olio". Arrestato il killer

609
latitante

Tragedia in un locale del Trionfale. Nino Sorrentino, 76enne proprietario di “Vino e Olio”, è stato ucciso al termine di una lite con un tassista ubriaco di origini brasiliane, Joelson Bernasconi. Secondo la ricostruzione l’assassino si sarebbe introdotto nell’enoteca e avrebbe iniziato a bere. All’ennesima richiesta di alcolici Sorrentino, vedendo le condizioni di evidente alterazione del cliente, deve essersi rifiutato di fornire altre bevande. Il litigio sarebbe sfociato in una rissa durante il quale Bernasconi avrebbe colpito l’anziano proprietario del locali con due colpi di bottiglia, uno alla testa e l’altro, fatale, al collo.

I passanti si sono accorti della lite e hanno chiamato i carabinieri. I militari hanno trovato Sorrentino in una pozza di sangue, con la gola tagliata. Per lui non c’è stato niente da fare. Le ricerche del killer sono durante poco. Il tassista è stato ritrovato, ubriaco, all’interno della sua vettura. Resosi conto dell’arrivo dei carabinieri ha subito messo in moto e travolto uno dei due militari ma è stato poi bloccato e arrestato.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS