POLEMICA BOSCHI-ANPI, RENZI: “NESSUNA GAFFE SUI PARTIGIANI” Il premier a Radio 105: "Alcuni voteranno sì, altri no. Posizioni legittime. Abbiamo rispetto per tutti"

518
renzi

“Nel merito non vedo gaffe. Quella dell’Anpi è una posizione del tutto legittima e al suo interno alcuni hanno scelto, quelli che hanno fatto la Resistenza, di votare sì. All’interno dell’Anpi qualcuno voterà sì e qualcuno voterà no. Ci sono i veri partigiani che voteranno sì e quelli che voteranno no, e noi abbiamo rispetto per tutti i partigiani”. Lo ha detto il premier Matteo Renzi a Radio 105 difendendo la posizione di Maria Elena Boschi dopo le polemiche per una sua presa di posizione a “In mezz’ora”.

“Sapete che si possono iscrivere all’Anpi anche i più i giovani perché purtroppo non è che ce ne sono tantissimi di quelli del passato, io stesso mi sono iscritto appena diventato sindaco”, ha spiegato Renzi ricordando come, sulle riforme le posizioni all’interno dell’Anpi siano diverse. “Una delle leggende della Resistenza, quel Diavel al quale hanno dedicato una canzone i Modena City Ramblers, ha detto che voterà sì pur non essendo renziano. Io francamente non vedo la polemica”.

Alle parole di Boschi (che aveva detto “i veri partigiani voteranno ‘sì'”) ha replicato polemicamente anche Pierluigi Bersani. “Come si permette la Boschi di distinguere tra partigiani veri e partigiani finti? Chi crede di essere?, aveva protestato l’ex segretario accusando il governo di “gestione politica sconsiderata e avventurista” e mettendo in guardia dal “rischio di creare una frattura insanabile nel mondo democratico e costituzionale”.

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS