IL PORTAVOCE DELL’ISIS INCITA A COMBATTERE CONTRO USA, CRISTIANI E EBREI Lo riferisce Site, il sito di monitoraggio del jihadismo sul web

923

Il Califfato incita i miliziani alla guerra globale contro Usa, cristiani ed ebrei. Il portavoce dell’Isis, Abu Muhammad al Adnani, ha diffuso un audio su internet in cui torna a minacciare gli Stati Uniti lanciando l’invito ai suoi seguaci di “combattere, combattere, combattere”. Lo riferisce Site, il sito di monitoraggio del jihadismo sul web. Adnani attacca la campagna militare statunitense contro lo stato islamico e afferma che l’unico modo per sconfiggere lo Stato islamico è “strappare il Corano dai nostri cuori”. Rivolgendosi direttamente ai nemici, il portavoce, continua: “Ascoltate Usa, ascoltate crociati e ascoltate ebrei, vi combatteremo, non abbiamo paura di voi, né delle vostre forze, né delle vostre minacce. Sarete sconfitti”.

Al Adnani – la figura più conosciuta dello Stato islamico perché compare di persona o solamente in voce in moltissimi dei messaggi dell’organizzazione terrorista – tra il 2005 e il 2010 fu catturato in Iraq e detenuto in una struttura Usa. Sulla sua testa pende una taglia da 5 milioni di dollari fissata dal Dipartimento di stato americano. Lo scorso gennaio era rimasto ferito nel corso di un bombardamento aereo nella provincia irachena di Anbar, senza riportare gravi danni.

Site non fa riferimento alla vicenda dell’aereo dell’Egyptair, precipitato in mare tre giorni fa. In merito alla tragedia, in cui sono morte 66 persone, le ipotesi restano ancora tutte aperte. I Fratelli musulmani, fuorilegge in Egitto, in un comunicato hanno preannunciato “ulteriori disastri” per protestare contro il presidente egiziano Abdel Fattah Al Sisi.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS