PORTA LA TORTA DA CASA, IL RISTORANTE NON CI STA E LE FA PAGARE IL TAGLIO

1195
torta

“Basita e senza parole. Siete ridicoli”. E’ il commento lasciato su Facebook da una mamma bresciana alla notizia che le ha raccontato la figlia non appena tornata a casa da unafesta di compleanno in pizzeria. L’amico aveva scelto di portare la torta da casa e il locale, alla fine, addebita 1 euro a testa di “taglio della torta” ai presenti. “Ieri sera mia figlia e alcuni amici sono stati al Linus a Desenzano invitati a un compleanno – si legge su Facebook, con tanto di scontrino pubblicato –. Il festeggiato ha portato la torta, e al momento di pagare gli è stato addebitato 1 euro a persona. Sono rimasta basita e senza parole. Ridicoli”.

Il locale è il famosissimo “Linus R-Evolution” di Via Curiel a Desenzano del Garda, che ha così ha replicato: “Il ristorante non è stato avvisato da nessuno che avrebbero portato una torta e nemmeno si sono informati se proponiamo delle torte per queste occasioni (servizio che invece proponiamo con ampia scelta). La direttrice del ristorante, quando il festeggiato si è presentato con la torta, ha puntualmente avvisato che per il servizio sarebbe stato applicato il costo di 1 euro. Quindi nessuna sorpresa al momento del conto”.

Sui social, intanto, infuria la polemica. Da una parte e dall’altra: c’è chi lamenta il “furto”, l’addebito del taglio della torta a carico del cliente. E chi invece richiama l’antica usanza del “diritto di tappo”: la pratica di portare al ristorante una bottiglia di vino acquistata altrove, pagando al ristoratore una somma corrispondente al servizio, alla stappatura, al lavaggio dei bicchieri e altro. “Se i vostri figli frequentano il locale, è meglio che lo sappiano. Non oso immaginare cosa succederebbe con i turisti stranieri”. Ma c’è chi la pensa diversamente: “Ridicolo qua è chi si lamenta. Ma scusate, chi paga la lavapiatti o le posate? Il ristorante”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS