MACEDONIA, IL PARLAMENTO RINVIA LE ELEZIONI LEGISLATIVE Interrogata dal partito dell'opposizione, il fronte albanese Dui, l'Alta corte ha specificato che ci sarebbe un motivo di incostituzionalità nella decisione di sciogliere il Parlamento adottata in febbraio

525
MACEDONIA

Ennesimo rinvio per le elezioni parlamentari in Macedonia che dopo, essere state sancite poi rimandate, nuovamente fissate, sono state nuovamente annullate dal Parlamento del Paese, dopo che la Corte Costituzionale di Skopje aveva decretato uno stop alla campagna elettorale.

I parlamentari non hanno fissato una nuova data in cui i macedoni dovranno recarsi alle urne. E’ la seconda volta in Macedonia di rinvio le elezioni legislative anticipate. Secondo gli esperti questo dovrebbe aiutare il Paese ad uscire dalla crisi che dura per più di un anno. L’Unione europea ha accolto con favore la sospensione sottolineando che non ci sono le condizioni per lo svolgimento del voto, come inizialmente previsto.

La Corte costituzionale macedone ha sospeso nella mattinata di mercoledì tutte le attività legate alle elezioni previste per il 5 giugno in attesa del parere che dovrà stabilire se lo scioglimento del Parlamento sia avvenuto, o meno, in conformità con la Costituzione. Nel caso la Corte Costituzionale ritenesse illegale lo scioglimento del Parlamento, avvenuto un mese fa, le elezioni sarebbero state cancellate.

Interrogata dal partito dell’opposizione, il fronte albanese Dui, l’Alta corte ha specificato che ci sarebbe un motivo di incostituzionalità nella decisione di sciogliere il Parlamento adottata in febbraio, a 60 giorni dal voto, inizialmente previsto per il 24 aprile e poi rimandato ad inizio aprile. Anche se il giudizio dei nove giudici macedoni resta per ora di carattere “temporaneo” – sarà confermato soltanto mercoledì prossimo – l’appuntamento elettorale di giugno è dunque definitivamente saltato. Per la gioia dell’opposizione (e della Commissione europea) e per la rabbia del partito conservatore e del premier uscente.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS