GB, I SONDAGGI SCONGIURANO LA BREXIT: “VINCERA’ IL SI’ ALL’UNIONE EUROPEA” Quattro su cinque rilevamenti pubblici hanno indicato come risultato la volontà dei sudditi di Sua Maestà di rimanere all'interno dei 28

686
brexit

La Brexit è scongiurata. Almeno secondo i sondaggi. Sono i risultati che emergono dopo la pubblicazione di cinque rilevamenti pubblicati nella giornata di ieri, infatti quattro di essi danno in favore la permanenza del Regno Unito all’interno dell’Unione Europea dopo il referendum che si terrà il prossimo 23 giugno.

L’istituto YouGov – in un rilevamento pubblicato oggi dal Times – attribuisce il 44% dei voti a favore dell’opzione mantenimento nell’Ue contro il 40% di una uscita mentre il 12% si dichiara ancora indeciso. Il voto a favore di uno status quo aumenta anche in un altro sondaggio, quello dell’istituto Orb pubblicato ieri dal Daily Telegraph: il 55% degli elettori voterebbe per rimanere nell’Ue, pari a quattro punti in più rispetto alla precedente inchiesta. Il campo dell'”out” perde tre punti, attestandosi al 40%.

Secondo l’istituto British Election Survey, per il giornale online The Independent, il 43% dei sondati voterebbe per rimanere in Europa e il 40,5% per andarsene mentre una inchiesta di Ipsos Mori per l’Evening Standard parla di uno scarto marcatamente più netto con il 55% degli intervistati deciso a rimanere nell’Ue e il 37% a uscirne.

Una inchiesta Icm per il Guardian illustra in maniera chiara la dicotomia a delle risposte; nel primo caso il voto per uscirne vincerebbe con quattro punti di vantaggio, nel secondo quello che vuole rimanere è in testa di dieci punti. Questi risultati riflettono in media i sondaggi realizzati dall’istituto What UK Think, secondo la quale il 52% dei britannici voterebbe per il mantenimento contro il 48% per l’uscita.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS