RAFFICA DI ATTENTATI A BAGHDAD: OLTRE 70 MORTI Gli attacchi sono stati rivendicati dall'Isis. Nel più grave sono rimaste uccise 38 persone

511
baghdad

Una raffica di attentati ha causato la morte di oltre 70 persone a Baghdad. Le esplosioni sono avvenute in diverse zone della capitale irachena. Quella più grave si è verificata a nord, nel quartiere sciita di Shaab, dove le vittime sono state 38 e i feriti almeno 70.

L’Isis, i cui militanti sono di fede sunnita, ha rivendicato l’attentato con un comunicato diffuso sul web. Un secondo attacco è avvenuto in un altro mercato all’aperto, nella parte opposta della città: anche in questo caso si tratta di un’autobomba fatta esplodere tra le bancherelle in un quartiere a maggioranza sciita, Dora. Un terzo infine, con 19 morti, è avvenuto nel distretto a maggioranza sciita di Sadr City.

Negli ultimi giorni il Califfato ha colpito più volte a Baghdad. Gli analisti interpretano questi attacchi come una sorta di “canto del cigno”. I raid a tappeto delle coalizioni occidentali in Siria e Iraq, associate a una generale crisi di credibilità nel mondo arabo, hanno, infatti, messo in crisi gli uomini di Al Baghdadi che perdono ogni giorno terreno. Secondo il portavoce del Pentagono Peter Cook di recente “Circa il 45 per cento del territorio un tempo controllato dall’Isis è stato recuperato. La cifra in Siria è tra il 16 e il 20 per cento”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS