FAR WEST SULL’A14: ASSALTATO UN FURGONE PORTAVALORI Rubato forse un unico sacchetto di valori di qualche centinaia di migliaia di euro

521
portavalori

“Ci hanno sparato addosso almeno per cinque minuti”. È la drammatica testimonianza della guardia giurata mentre rivive quei minuti di terrore in cui un commando di una decina di persone ha preso d’assalto il furgone blindato della Civis Augustus. Insieme a lui, dentro l’abitacolo forato da centinaia di proiettili, c’erano altri due colleghi; sono tutti salvi.

Il commando ha colpito all’altezza del chilometro 106 dell’A14, all’altezza di Ruffio, piccola località a due passi da Cesena. Due blindati stanno salendo verso Forlì quando il primo viene affiancato da un’auto e bersagliato di colpi finché non si ferma. Stessa dinamica per il secondo costretto a fermarsi sotto i proiettili. A quel punto arriva una terza auto dalla quale scendono sei persone, tutte con un passamontagna nero, che scaricano i caricatori addosso all’abitacolo. Fortunatamente il vetro antiproiettili regge e dentro le tre guardie giurate assistono impassibili all’assalto per 5 infiniti minuti.

Poi i rapinatori estraggono un flessibile e salgono sul tetto del furgone, iniziando a segare. Nonostante il sistema schiumogeno antifurto, che scatta regolarmente, i malviventi riescono ad entrare nell’abitacolo e, pare, siano riusciti a estrarre uno solo dei tanti sacchi presenti. Un bottino forse da qualche centinaia di migliaia di euro. Dopodiché, risalgono sulle due auto e ripartono verso nord dopo che alcuni complici hanno bloccato la carreggiata, mettendo un’auto di traverso e dandole fuoco.

Bloccata anche l’altra carreggiata, quella che scende verso il mare, grazie a una manciata di chiodi che fa saltare le gomme a due autoarticolati. Gli stessi banditi poi rubano una Volvo di grossa cilindrata e scappano. Dopo pochi chilometri, danno fuoco ad altre due auto e si dileguano nei campi a piedi. Immediato l’intervento della squadra Mobile, degli uomini del commissariato di Cesena, della Polstrada e dell’elicottero della polizia. La ricerca, che continua fino in tarda serata, non ha portato risultati.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS