“GAPSCAPE”, AL PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI I RITRATTI SU PLEXIGLASS DI MINYA MIKIC 37 opere della giovane artista internazionale al pubblico dal 14 al 22 maggio

686
gapscape

Ritratti di Umberto Eco, Andrea Bocelli, Massimiliano Fuksas, Ennio Morricone, Fabiola Gianotti, Achille Bonito Oliva, Bianca Balti, Matteo Garrone, Patrizia Pellegrino, ma anche Nicola Zingaretti o Michelangelo Pistoletto: l’eccellenza italiana rappresentata da esponenti della cultura, dello spettacolo, dello sport e della vita politica è di scena a Palazzo delle Esposizioni in una mostra personale di Minya Mikic, artista originale e attuale che applica alla ritrattistica una tecnica personale sviluppata nella pittura di quadri astratti su plexiglas. Dal 14 al 22 maggio allestite 37 opere della giovane artista internazionale, che ha abbinato ogni personaggio a un bellissimo paesaggio, a monumenti d’arte, a vedute celeberrime del bel paese, secondo una tecnica di pittura su plexiglas che è diventata la sua cifra.

Intitolata “Minya – GAPscape – State of art – Italia”, la rassegna curata Achille Bonito Oliva è stata patrocinata dalla Regione Lazio, Roma Capitale, Azienda Speciale Palaexpo, Istituto Svizzero di Roma, Comitato Italiano Paralimpico e vede il Comitato Roma 2024 come partner dell’iniziativa per quanto riguarda la comunicazione. “GAPscape” è un progetto artistico che sfrutta le potenzialità del polimetilmetacrilato: i quadri sono dipinti con pigmenti puri mescolati con una pasta acrilica e applicati sulla trasparente superficie di plexiglas. Trasformando le analogie colte e le metafore createsi in tratti e colori, l’artista sapientemente esalta gli spazi vuoti (gap) attraverso i quali ammirare in trasparenza il paesaggio (landscape) sullo sfondo.

Il titolo GAPscape è così un gioco di parole, un neologismo per indicare al contempo l’idea artistica e tecnica usata. Le eccellenze e i bellissimi paesaggi del Paese ne raffigurano metaforicamente anima e corpo. Minya Mikic è un’artista internazionale, nata nel 1975 da una famiglia di artisti e diplomata all’Accademia di Belle Arti di Novi Sad (ex-Yugoslavia). L’artista ha all’attivo mostre negli Stati Uniti, in Europa ed in Italia, e da qualche anno ha aperto uno studio a Zurigo.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS