BRASILE, TEMER: “HO UNA LEGITTIMA COSTITUZIONALITA'” La Rousseff, dopo essere stata sospesa dal suo incarico per sei mesi, ha dichiarato di essere vittima di un golpe

456
brasile

“Ho una legittimità costituzionale. Costituzionalmente, se il presidente è destituito, colui che assume il potere è il vicepresidente”, ha detto Temer al canale della televisione Globo. “Sono stato eletto – ha aggiunto – con la signora presidente, i voti che lei ha raccolto li ho raccolti anche io (…). Ma riconosco di non avere questa base popolare, che io guadagnerò solo se, col mio governo, che è legittimo per quanto ad interim, produrrò un effetto benefico per il mio paese. Io credo e spero che ci arriveremo”. E’ quanto ha dichiarato in un’intervista al canale Globo il presidente ad interim del Brasile, Michel Tremer, succeduto alla guida del Paese carioca dopo la destituzione di Dilma Rousseff, in seguito alla decisione del Seanto di approvare l’impeachment.

La Rousseff, dopo essere stata sospesa dal suo incarico per sei mesi, ha dichiarato di essere vittima di un golpe ed ha accusato Temer di ricoprire il ruolo di presidente ad interim illegittimamente. “C’è un governo ad interim e illegittimo da un punto di vista dei voti”, ha accusato Rousseff, il cui mandato termina nel 2018. “Mi batterò – ha continuato – per tornare al mio posto”.

Temer ha sostenuto che resterà al potere fino al 2018, se Rousseff non verrà reinsediata. Inoltre, il presidente brasiliano ad interim Michel Temer ha rivendicato di avere una legittimità costituzionale e s’è detto certo che una buona gestione gli permetterà di conquistare il sostegno popolare. Un modo, questo, di cercare di rispondere alle accuse di Dilma Rousseff, la presidente sospesa da una procedura d’impeachment, che ha parlato apertamente di “colpo di stato”.

 

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS