A TESTACCIO I PANINI DI “TRICOLORE” IN DISTRIBUTORI AUTOMATICI Ideati nel 2009 per il Rione Monti, ora sono apparsi anche al Mercato del quartiere dove aprirà l'azienda a fine maggio

644
panini

Sono comparsi a sorpresa nella giornata dell’Open Day del Mercato Testaccio: quello che è diventato uno dei punti di riferimento gastronomici più allettanti di Roma, ha esordito col alla grande per l’apertura. Dopo l’apertura delle nuove realtà che hanno arricchito il mercato, come Cups e Romeo o Food Box, ora i romani attendono con impazienza l’inaugurazione di Tricolore, la panineria gourmet che Veronica Paolillo ha ideato e fatto crescere nel Rione Monti e che ora trasferisce all’interno del box 2.

Molto successo ha riscontrato l’anticipazione gastronomica: simpatici distributori automatici di panini Tricolore, gli stessi che la signora Paolillo aveva messo in opera 7 anni fa, quando vennero ideati, sono comparsi nel mercato per pubblicizzare l’ingresso dell’azienda. I mini-panini terminano con due morsi o poco più. Basta un semplice giro di manovella ed ecco il cibo pronto.

Pesce e carne sono le due varianti che Tricolore ha deciso di far assaggiare agli avventori che hanno affollato il mercato nei giorni scorsi, ma molto presto Veronica proporrà ai suoi clienti nuove e originali varianti, come ben sanno i clienti affezionati dell’insegna che del panino gourmet a Roma ha fatto la storia e che a più riprese sta conquistando anche il pubblico milanese, come accaduto al Fuorisalone.

I distributori sono stati posizionati davanti ad un fondale con la scritta “coming soon”, un augurio che molti sperano si concretizzi in fretta: si pensa proprio al 31 del mese, quando il laboratorio sarà allestito di tutto punto per accogliere le prime richieste. Tuttavia, visto l’apprezzamento del pubblico dell’Open Day, un distributore potrebbe restare: “L’idea ha conquistato tutti, ben oltre le aspettative, e ora stiamo pensando di lasciarne uno che potrebbe dispensare ogni giorno un assaggio diverso, così, giusto per iniziare, prima di ordinare una delle proposte in carta”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS