LOTTA ALL’ISIS: USA PRONTI AD ALLENTARE L’EMBARGO SULLE ARMI IN LIBIA Per l'ok Washington vuole una lista dettagliata dei mezzi necessari per combattere gli jihadisti

526
libia soldati

Gli Usa sono pronti ad allentare il divieto di esportazione di armi verso la Libia nel tentativo di aiutare il Paese e il suo governo di unità nazionale riconosciuto dalla comunità internazionale nella lotta contro l’Isis. Lo hanno riferito fonti dell’amministrazione americana e diplomatiche ad Afp.

“Se il governo libico preparerà una lista dettagliata e coerente di strumenti che vuole utilizzare per combattere l’Isis e risponderà a tutti i requisiti per la deroga, ritengo che i membri del Consiglio (di sicurezza Onu ndr) esamineranno con attenzione la richiesta”, ha dichiarato un alto funzionario di Washington. “C’è un sano desiderio all’interno della Libia di liberarsi dall’Isis e penso che sia qualcosa che dovremmo sostenere e a cui dovremmo dare risposta”, ha aggiunto.

Intanto, secondo il Washington Post, forze speciali americane sono sul terreno in Libia già dalla fine 2015, nella zona di Misurata e di Bengasi, con il compito di identificare potenziali alleati sul posto e raccogliere informazioni su possibili minacce, lavorando così ‘d’anticipo’ nell’eventualità di una offensiva contro l’Isis nel Paese.

Si tratta di due squadre e dimensioni contenute con non oltre 25 unità e il fatto che siano dispiegate sul territorio conferma il livello di preoccupazione dell’amministrazione Obama per il ramo libico dello Stato Islamico così come rispecchia le diffuse aspettative di una estensione della campagna contro l’Isis.

Il Washington Post ricorda infatti come da mesi il Pentagono stia lavorando ai piani per una potenziale azione, considerato inoltre che si contano diverse migliaia di miliziani tra Sirte per esempio e altre zone del Paese e la costante presenza di forze speciali – scrive – è il segnale di una accelerazione di una campagna militare. Fonti ufficiali americane sottolineano inoltre che le attività delle cosiddette “squadre di contatto” americane hanno luogo parallelamente a quelle delle unità d’elite di Francia e altri Paesi europei nella stessa zona.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS