RESPINTA LA SFIDUCIA, PASSA LA RIFORMA DEL LAVORO IN FRANCIA Dopo l'approvazione della nuova legge, le proteste sono sfociate in violenti scontri nelle piazze parigine

447
riforma lavoro

Il governo francese è riuscito a superare la mozione di sfiducia presentata dall’opposizione del centro destra e a imporre così la tanto contestata riforma del codice del lavoro. La mozione ha ottenuto 246 voti dall’Assemblea Nazionale, ma per far cadere l’esecutivo erano necessari 288 sì.

Lo scorso martedì il governo aveva deciso di forzare la mano saltando l’approvazione parlamentare e facendo approvare la riforma con un decreto governativo, ricorrendo all’articolo 49-3 della Costituzione francese. questa mossa ha spaccato la maggioranza. L’unico modo di opporsi dell’Assemblea Nazionale era quello di votare una mozione di sfiducia che però non è andata a buon fine in quanto i socialisti alla fine hanno deciso di non unirsi ai conservatori per far cadere il governo.

Fin dalla sua presentazione, due mesi fa, la riforma del codice del lavoro ha creato molti contrasti e proteste sia all’interno del governo sia fra gli studenti e i sindacati, che in varie occasioni si sono organizzati e hanno protestato per le strade del Paese d’Oltralpe. Da oltre un mese si susseguono manifestazioni contro la legge che concede maggiori flessibilità alle imprese in materia di orari, organizzazione del lavoro e licenziamenti per ragioni economiche. Nella serata di ieri, dopo l’approvazione del nuovo codice, le proteste sono sfociate in violenti scontri nelle piazze parigine e i sindacati hanno già minacciato una lotta dura.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS