GRAN BRETAGNA, IL GOVERNO PRESENTA UN PIANO PER “RIFORMARE” I VERTICI DELLA BBC La riorganizzazione arriva in vista del rinnovo alla fine dell'anno del royal charter, la convenzione con lo Stato

472
bbc

Il governo della Gran Bretagna ha presentato un progetto per riformare i vertici del servizio pubblico radiotelevisivo Bbc che garantisce un canone per almeno 11 anni e consente di nominare in modo indipendente la maggioranza dei membri del consiglio di amministrazione. La riorganizzazione arriva in vista del rinnovo alla fine dell’anno del royal charter, la convenzione con lo Stato.

Il cambiamento più radicale è l’abolizione del Bbc Trust, l’organo di garanzia interno che tradizionalmente ne assicura l’indipendenza, ma che di fatto verrà sostituito da un consiglio di amministrazione con la supervisione di un’autority ispettiva esterna – più legata all’esecutivo -, l’Ofcom. Inoltre è previsto che il canone rimanga per altri 11 anni. La Bbc potrà comunque nominare almeno la metà dei membri del cda.

Un’altra novità importante è che saranno rese pubbliche le remunerazioni di tutti i dipendenti della Bbc superiori a 150mila sterline all’anno e i cachet delle star e degli ospiti oltre le 450mila sterline. La Bbc è attualmente finanziata da un canone annuo per 145,45 sterline (184 euro) dovuto dai cittadini che sono in possesso di un apparecchio tv.

Il piano arriva dopo mesi di tensione fra il governo e l’emittente, in particolare dopo la nomina a ministro alla Cultura di John Whittingdale, sostenitore di una ‘cura dimagrante’ per l’emittente. Tensione acuita dalle accuse sugli stipendi d’oro ad alcune star televisive, ribadite oggi dal Times.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS