TANIA CAGNOTTO CONQUISTA L’ ORO AGLI EUROPEI DI LONDRA Tania Cagnotto, al settimo oro europeo e campionessa mondiale della specialità, ad agosto parteciperà alla quinta edizione dei giochi olimpici

538
cagnotto

Il nuoto femminile italiano trionfa e porta a casa due importanti medaglie conquistate ai campionati europei di nuoto in corso di svolgimento a Londra. Le campionesse Tania Cagnotto ed Elena Bertocchi si sono infatti aggiudicate rispettivamente il primo e il secondo posto sul podio nella gara di tuffi da un metro, una specialità che purtroppo non rientra nelle categorie olimpiche.

Tania Cagnotto, al settimo oro europeo e campionessa mondiale della specialità, ad agosto parteciperà alla quinta edizione dei giochi olimpici, superando addirittura i due mostri sacri Giorgio Cagnotto (suo padre) e Klaus Dibiasi. Poco più di un’ora dopo aver vinto l’oro nel trampolino da un metro, Tania Cagnotto ha conquistato la medaglia d’argento nella prova sincro misto da 3 metri insieme con Maicol Verzotto. Tania ancora una volta si conferma la più grande tuffatrice italiana di tutti i tempi, conquistando due medaglie in una sera. “Giornata indimenticabile — ha detto alla fine suo papà, il grande Giorgio —. Lei è una professionista, ha una grande etica del lavoro e si merita tutto questo”.

Elena Bertocchi, milanese di Esercito e Canottieri Milano, finora aveva raccolto come miglior piazzamento un quarto posto lo scorso anno a Rostock, ma ha conquistato 3 ori consecutivi agli europei juniores ad Helsinki 2010, Belgrado 2011 e Graz 2012, di cui due da un metro. “Ero un pò tesa e prima della gara ho avuto un calo di zuccheri ma ho saputo reagire — ha raccontato Elena —. È vero, ho fatto tanti quarti posti ma in gara non ci ho pensato. Contava solo tuffarsi bene. Puntavo al bronzo, è andata anche meglio”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS