BRASILE, IMPEACHMENT CONTRO ROUSSEFF: IL PRESIDENTE DELLA CAMERA ANNULLA IL VOTO La procedura di impeachement era approdata in Senato dove era prevista una votazione il prossimo mercoledì

825
rousseff

Nuovo colpo di scena nel mondo politico brasiliano. Infatti, il presidente ad interim della Camera, Waldir Maranhao, ha annullato le sessioni del 15, 16 e 17 aprile scorso, in cui i deputati avevano votato per l’apertura di un procedimento di impeachment contro la presidente Dilma Rousseff, che sarà sottoposto nuovamente all’esame dell’aula. Maranhao ha pertanto chiesto al Senato di trasmettere nuovamente gli atti alla Camera.

Motivando la sua decisione, Maranhao ha sottolineato che il processo di impeachment è stato annullato in quanto la votazione sul caso è andata al di là dei limiti della denuncia contro la Rousseff, trattando la questione “Lava Jato” oltre alle presunte irregolarità nei conti pubblici.

”Tutti sappiamo che sono vittima di un golpe, ma invito alla calma e alla cautela”. Sono queste le parole che la presidente brasiliana, Dilma Rosusseff, ha detto commentando la notizia dell’annullamento del voto della Camera favorevole al suo impeachment. La presidente, che ha appreso la notizia mentre annunciava la creazione di cinque nuove università federali, ha voluto smorzare i toni di euforia del suo staff e dei suoi sostenitori, che appresa la notizia hanno cominciato a gridare: ”Non ci sarà il golpe!”.

La procedura di impeachement era approdata in Senato dove era prevista una votazione il prossimo mercoledì. La decisione del presidente della Camera ha preso alla sprovvista le istituzioni brasiliane, in quanto Maranhao, con questa decisione, ha chiesto che il processo torni di nuovo all’esame dei deputati.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS