ANCONA, IN MOSTRA LE PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE DEL ‘500 Saranno esposti numerosi volumi stampati tra il '400 e il primo '800

552
ancona

La Biblioteca Benincasa di Ancona ospita “Lo spettacolo della natura. Immagini dalle pubblicazioni scientifiche e geografiche dai fondi storici della Biblioteca Benincasa”, una mostra bibliografica che sarà aperta al pubblico fino al 10 giugno. Allestita nel palazzo Mengoni Ferretti, costruito nel XVI secolo, già dimora della nobile famiglia anconetana e venduto dalle ultime discendenti al Comune di Ancona nel 1949, la mostra fa parte delle iniziative organizzate per segnalare alla città la particolare ricchezza e varietà dei suoi fondi librari storici.

Saranno esposti numerosi volumi stampati tra il ‘400 e il primo ‘800 e provenienti dai settori scientifici e geografici dei fondi storici della Benincasa: librerie di ordini religiosi soppressi, famiglie nobili della città (i Nappi e i Mengoni Ferretti).

Fra i preziosi volumi, spiccano l’edizione del 1594 degli “Elementi” di Euclide – la più importante opera matematica giuntaci dalla cultura greca antica, composti tra il IV e il III secolo a.C. e che presentano un quadro completo e definito dei principi della geometria noti al tempo – che si contraddistingue per essere stampata totalmente in caratteri arabi,  e l’incunabolo della “Sphaera mundi” di Ioannes di Sacrobosco, stampato a Venezia nel 1490. Inoltre, il pubblico potrà ammirare le due edizioni del ‘600 del naturalista bolognese Ulisse Aldrovandi, con bellissime incisioni di pesci e quadrupedi, un atlante geografico del 1801 di Giovanni Maria Cassini, che contiene 61 tavole calcografiche a colori. In mostra anche l'”Astronomia instaurata” di Niccolò Copernico, stampata nel 1617, con l’ex libris di Carlo Rinaldini, il famoso matematico e scienziato anconetano, di cui la Benincasa conserva un importante fondo manoscritto. Oltre alla mostra, nello spazio d’ingresso della Benincasa sarà allestito un percorso didattico e informativo per le scuole e per i più piccoli.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS