IL PONTEFICE AL CIRCOLO S. PIETRO: “ANDATE INCONTRO AI POVERI PORTANDO GESÙ”

507
  • English
poveri

“Esprimo a ciascuno di voi il mio apprezzamento per quanto fate ogni giorno a servizio delle fasce più deboli della popolazione della nostra città. Il vostro Sodalizio, inserito nella realtà ecclesiale della diocesi di Roma, è espressione di una Chiesa ‘in uscita’: una Chiesa che cammina per cercare, visitare, incontrare, ascoltare, condividere e sostare presso le persone più povere”. E’ quanto ha detto da Papa Francesco nel ricevere in udienza, nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico, i membri del Circolo San Pietro, un sodalizio che fin dal 1869 si dedica alla cura dei più bisognosi.

“A ciascuno di voi – ha ricordato – è chiesto non semplicemente di andare incontro ai più bisognosi, ma di andare portando Gesù”. In questo Anno Santo della Misericordia, ha sottolineato, “mentre ci sforziamo di percorrere la strada delle opere di misericordia, siamo chiamati a rinnovarci nella fede. Per portare la visita del Signore a quanti soffrono nel corpo e nello spirito, dobbiamo coltivare la fede, quella fede che nasce dall’ascolto della Parola di Dio e cerca una profonda comunione con Gesù”.

“Vi incoraggio – ha aggiunto Francesco – a continuare nella vostra testimonianza al Vangelo della carità, ad essere sempre più segno e strumento della tenerezza di Dio verso ogni persona, specialmente le più fragili e scartate”. Il Papa ha anche ringraziato “per l’Obolo di San Pietro, che raccogliete in tutte le chiese quale segno della vostra partecipazione alla sollecitudine del Vescovo di Roma per le povertà di questa città”.

Il Circolo S. Pietro, fondato a Roma nel 1869 per iniziativa di un gruppo di giovani, guidati dal Cardinal Iacobini, nasce dall’entusiasmo dei giovani dell’alta borghesia e delle nobili famiglie romane, che volevano dimostrare al mondo la fedeltà al Pontefice e difenderlo dagli attacchi anticlericali in quel difficile momento della storia del Papato.
Inizia così un’attività frenetica attraverso la stampa cattolica, raccolta di firme, celebrazioni e gesti di solidarietà che, sottoposti al Beato Pio IX, vengono da Lui apprezzati grandemente. Il Papa, con lungimiranza e saggezza, affida loro il primo impegno di carità da svolgere in favore dei poveri.

Si può così ben dire che l’approvazione ricevuta in quella storica Udienza è l’inizio delle molteplici attività caritative e assistenziali offerte dal Circolo alla Diocesi del Papa. Da più di un secolo i romani chiamano questa carità :la minestra del Papa. Fedeltà incondizionata alla Chiesa e al Romano Pontefice sono il segno distintivo dell’antico Sodalizio, che riassume il suo carisma nel motto: Preghiera, Azione, Sacrificio. Il Circolo fa parte della storia di Roma, ha attraversato due guerre mondiali, calamità, povertà sempre nuove, cercando in ogni frangente di dare conforto e aiuto ai più poveri.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS