SIRIA: SONO ANCHE ITALIANE LE MINE USATE DALL’ISIS A PALMIRA Lo hanno reso noto i militari russi, che si sono occupati della bonifica dell'area archeologica

967
palmira

Sono di produzione italiana alcune delle mine anti uomo posizionate dall’Isis a Palmira. Lo ha comunicato con una nota ufficiale l’International mine-clearing Center delle Forze Armate russe. “Gli esplosivi più moderni utilizzati dallo Stato islamico per minare Palmira, sono stati realizzati in quattro nazioni: Italia, Usa, Russia e Cina – si legge nel comunicato – . Abbiamo anche rinvenuto vecchie mine provenienti da altri paesi”.

Come riportato dal Giornale, nella sola area di Palmira il Daesh ha disseminato 18.000 ordigni esplosivi su 825 ettari. Gli specialisti russi hanno iniziato la bonifica un mese fa, mettendo in sicurezza l’area archeologica della città.

Pochi giorni fa il regime di Assad ha organizzato una festa con concerto presso l’antica città di Palmira, nota come “La perla del deserto”, per celebrare ufficialmente la riconquista dell’importante sito archeologico, uno tra i simboli del paese. Per “onorare” l’importante ruolo svolto da Mosca nella riconquista di Palmira, 20 soldati russi hanno marciato sul palco sventolando bandiere russe e siriane.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS