AUSTRIA, SOBOTKA: “IL CONFINE NON VERRA’ CHIUSO” SE L’ITALIA FARA’ LA SUA PARTE” Il neo ministro degli interni austriaco intervenuto al congresso del Svp

605

Al Brennero “non ci sarà alcun muro” e “il confine non verrà chiuso”; “se l’Italia farà i suoi compiti, non ci sarà neppure la necessità di controlli”. E’ quanto ha spiegato il neo ministro degli interni austriaco Wolfgang Sobotka parlando questa mattina a Merano per il congresso della Südtiroler Volkspartei (Svp), letteralmente in italiano “Partito Popolare Sudtirolese”, un partito politico regionale italiano che rappresenta, per statuto, gli interessi dei gruppi linguistici tedesco e ladino della Provincia autonoma di Bolzano. Sobotka, rimarcando il grande numero di richiedenti asilo accolti nel 2015 dall’Austria, ha anche puntualizzato: “Se la Germania può controllare verso l’Austria, non si capisce perché l’Austria non possa fare lo stesso verso l’Italia”. Secondo quanto riferiscono i media locali, Sobotka ha anche assicurato il “pieno sostegno” dell’Austria per il piano di Matteo Renzi. “Bisogna creare le infrastrutture e le misure necessarie in Libia e in tutti gli altri paesi di partenza” dei migranti, ha concluso il ministro.

“La Svp è il partito dell’Autonomia che è una storia di successo. L’Alto Adige, infatti, mostra in prima persona i vantaggi della Ue come Schengen, euro ed Euregio che non vanno mai messi in discussione”. Lo ha detto il segretario del partito di raccolta dei sudtirolesi di lingua tedesca, Philipp Achammer, durante il 62/o congresso a Merano di ieri. La riforma, in sostanza, prevede una semplificazione della struttura organizzativa e un maggiore coinvolgimento della base del partito. “La Svp è però anche un partito cristiano chiamato alla solidarietà”, ha sottolineato Achammer in riferimento alla questione migranti. “I profughi che hanno diritto vanno accolti, perché stiamo parlando di persone umane e non di numeri”, ha aggiunto il giovane segretario Svp che ha invitato il suo partito “a non rincorrere gli umori del momento”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS