USA, CONDANNATO A 12 ANNI L’EX PRESIDENTE DELLO STATO DI NEW YORK L'indagine federale era scattata quando il governatore di New York, Andrew Cuomo, sciolse la commissione Moreland che era stata istituita proprio per far luce sui casi di corruzione amministrativa

608
silver

Sheldon Silver, l’ex presidente dell’Assemblea parlamentare dello stato di New York, è stato condannato a 12 anni di carcere per corruzione. Il democratico 72enne che ha dominato la scena politica di New York per anni era in tribunale quando la condanna è stata annunciata. ”Mi auguro che la sentenza spinga gli altri politici a pensarci due volte” afferma il giudice Valerie Caproni, che ha imposto anche una sanzione da 1,3 milioni di dollari. Silver è stato accusato lo scorso anno nell’ambito di un caso di corruzione da 5 milioni di dollari, nel quale avrebbe elargito favori con l’obiettivo di arricchirsi e poi avrebbe mentito al riguardo.

Lo scorso anno l’arresto di Silver, avvenuto nel dicembre del 2015, aveva suscitato un enorme scandalo. Quello che era considerato uno dei tre massimi dirigenti Democratici dello stato di New York, era stato infatti arrestato dagli agenti federali con l’accusa di corruzione. Lo speaker dell’Assemblea – dal 1994 ricopriva tale ruolo – secondo le accuse dell’Fbi, ha ricevuto ingenti somme di denaro da uno studio legale di Manhattan, il Goldberg e Iryami, per molti anni, senza mai riportarle nelle dichiarazioni ufficiali dei redditi.

L’indagine federale era scattata quando il governatore di New York, Andrew Cuomo, sciolse la commissione Moreland che era stata istituita proprio per far luce sui casi di corruzione amministrativa.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS