APPALTI, ARRESTATO IL SINDACO DI LODI SIMONE UGGETTI L'inchiesta è nata dalla denuncia di una funzionaria incaricata di predisporre il bando di gara

608
uggetti

Simone Uggetti, sindaco di Lodi, è stato arrestato questa mattina dal Nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Lodi per l’ipotesi di turbativa d’asta in relazione all’appalto per la gestione delle piscine comunali scoperte è finito in manette, contestualmente, anche un avvocato, Cristiano Marini.

L’inchiesta è nata dalla denuncia di una funzionaria comunale incaricata di predisporre il bando di gara ritenuto pilotato. Da quanto è stato riferito, la donna si sarebbe lamentata di aver subito “pressioni indebite” da parte del primo cittadino per la stesura del bando che sarebbe stato ritagliato su “misura” per far vincere la società Sporting Lodi rappresentata da Marini. I fatti contestati risalgono allo scorso mese di marzo.

L’indagine, condotta dal Nucleo di polizia tributaria della Gdf di Lodi, è coordinata dal pm di Lodi Laura Siani e le misure cautelari in carcere nei confronti di Uggetti e dell’avvocato Marini sono state emesse dal gip Isabella Ciriaco. Come si legge nel capo di imputazione, tra l’altro, l’avvocato Marini è consigliere di Astem spa, società partecipata del Comune di Lodi, e anche consigliere di Sporting Lodi che si è aggiudicata l’appalto, secondo l’accusa, “truccato”. Le Fiamme Gialle hanno perquisito anche le abitazioni e gli uffici degli arrestati.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS