IL SOGNO DI RANIERI E’ REALTA’: LEICESTER CAMPIONE D’INGHILTERRA Il pareggio tra Chelsea e Tottenham (2-2) permette ai Foxes di vincere matematicamente lo scudetto a due giornate dal termine

1199
ranieri vardy

Sul tetto della Premier League c’è il Leicester. Il sogno di Claudio Ranieri è divenuto realtà. I Foxes si laureano campioni d’Inghilterra con due giornate di anticipo. E’ il giusto finale per un campionato che si appresta ad entrare nella storia. In tutta Europa si festeggia un piccolo grande club e il suo saggio condottiero italiano. L’ultimo ostacolo era il Tottenham, che fino alla fine ci ha provato, ma il pareggio per 2-2 in casa del Chelsea ha spento le poche speranze matematiche. Al fischio finale esplode la gioia degli abitanti della cittadina inglese. Così come a casa di Vardy, bomber delle Foxes, che ha ospitato tutta la squadra a casa sua per godersi il match tra Chelsea e Tottenham.

Ieri sera la festa per il titolo sembrava essere rimandata: gli Spurs, allo Stamford Bridge, avevano chiuso il primo tempo in vantaggio per 2 a 0 grazie alle reti di Kane e Son. Poi, nella ripresa, prima Cahill e poi Hazard, a sei minuti dal termine della partita, hanno consentito ai “blues” di pareggiare con la squadra di Pochettino. Un pareggio che vale, matematicamente, a due giornate dal termine del campionato, il titolo di Campione d’Inghilterra. Il sogno e il riscatto di Ranieri diventa realtà. A Leicester i festeggiamenti andranno avanti per tutta la notte. Una festa che subito è rimbalzata sui social con foto, video, canzoni, vignette e hashtag commemorativi.

La strada del Leicester verso il suo primo trionfo in Premier League è nota in tutta Europa e anche oltre oceano. Lo scorso anno evitò la retrocessione quasi per miracolo, grazie ad un finale di campionato guidato dell’allora tecnico Pearson. Questi lasciò le Foxes in estate a causa di un episodio a luci rosse (e di razzismo) che coinvolse il figlio. La società optò di sostituirlo con Claudio Ranieri, reduce da un’esperienza non felice da c.t. della Grecia. I bookmaker si scatenarono: secondo i pronostici sarebbe stato il primo esonerato della stagione. Ma dopo poche giornate si capì subito che le cose sarebbero andate in maniera diversa. Nessuno si sarebbe mai aspettato che il Leicester potesse scrivere una delle più belle pagine del calcio che la storia ricordi.

leicester

Il ct romano ha puntato tutto su una squadra ben definita, con solo due o tre alternative capaci di dare tregua agli undici titolari. Su tutti, sono emersi Jamie Vardy (ex operaio che è riuscito a segnare 22 gol in questa Premier) e Riyad Mahrez, algerino su cui nessuno avrebbe mai puntato, ma capace di crescere tanto da essere nominato miglior giocatore del campionato inglese. Accanto a loro c’è stato un gruppo di calciatori considerati da tutti mediocri, o sulla via del tramonto. Una squadra che ha saputo andare avanti insieme difendendo ogni centimetro di campo e ripartendo in velocità dopo ogni pallone recuperato.

Giornata dopo giornata, di partita in partita, il Leicester ha acquistato solidità, sostenuto da una città innamorata della propria squadra e da fan improvvisati sparsi in ogni parte del globo. Ranieri è riuscito a mettere k.o. anche José Mourinho e i campioni in carica del Chelsea, ha sconfitto grandi titani come Manchester City e Liverpool, è riuscito anche ad espugnare lo stadio del Tottenham. Incredibile. Il vantaggio sugli inseguitori è diventato incolmabile, tanto da permettere a Ranieri di raggiungere il tetto della Premier con due giornate d’anticipo. Nei prossimi giorni tutti vorranno comprendere meglio come sia potuta diventare realtà una favola. Ora, però, è tempo di festa.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS