OK DAL CIPE A FONDI DA 3,5 MILIARDI PER RICERCA E CULTURA Arrivano anche 290 milioni per programmi a sostegno di impresa e crescita. Renzi: "Diamo speranza a chi non ha lavoro"

546
ricerca

Dal comitato interministeriale per la programmazione economica (Cipe) arriva l’ok a un piano di investimenti da 3,5 miliardi per ricerca e cultura. Semaforo verde anche allo stanziamento di 290 milioni per programmi a sostegno di impresa e crescita. “Diamo un segnale di speranza a chi un lavoro non lo ha. L’Italia è più forte di chi dice solo no” ha scritto su Facebook Matteo Renzi.

Il premier ha anche risposto alle critiche del numero uno della Bundesbank, Jens Weidmann, il quale, durante la sua visita a Roma, ha lamentato le continue presunte violazioni del Patto di Stabilità da parte dell’Italia. “Se fossi il Governatore della Banca centrale tedesca mi preoccuperei delle banche tedesche – ha commentato il presidente del Consiglio – Il tempo in cui ci davano lezioni è finito”. Per quanto riguarda il caso Brennero Renzi ha definito quella dell’Austria una “propaganda da campagna elettorale” visto che “non è stato fatto nulla di concreto”.

Ospite all’Arena di Raiuno il premier ha poi risposto alle accuse di Forza Italia e Movimento 5 Stelle. “Io ho la fedina penale pulita – ha detto – voglio ricordare che M5s e Fi sono guidati da due leader con sentenze passate in giudicato”. E ha ricordato, anche alla sinistra Pd, che quando Verdini votava per Letta “nessuno si scandalizzava”. Sulla questione giustizia e sulle parole del presidente dell’Anm Piercamillo Davigo ha ribadito invece che “non è pensabile sparare nel mucchio. Se uno ruba deve essere preso e giudicato ma non bisogna fare giudici contro politici bensì onesti contro ladri”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS