TRAFFICAVANO DROGA DALL’OLANDA: 31 ARRESTI IN LOMBARDIA La droga veniva importata dai Paesi Bassi grazie alla complicità di autotrasportatori che accettavano di trasportare cocaina insieme alla merce lecita

584
droga

Maxi blitz della polizia di Stato che ha smantellato un gruppo criminale attivo nel traffico internazionale di stupefacenti. Gli agenti delle forze dell’ordine hanno infatti arrestato 31 persone ed eseguito una serie di perquisizioni tra le province di Milano, Bergamo, Brescia, Como, Monza e Brianza, Siracusa e Varese.

In carcere sono finite 29 persone, tra cui 19 italiani (tra cui due donne) e 10 albanesi, tra cui 5 destinatari di un mandato di arresto europeo. Per 4 di loro, che potrebbero trovarsi in Albania, sono state estese le ricerche in campo internazionale. Altre due persone, entrambe di nazionalità italiana (di cui una donna) sono invece andate agli arresti domiciliari.

Il gruppo di trafficanti, secondo le indagini condotte dal pm di Milano, Marcello Musso, avrebbe importato cocaina dai Paesi Bassi e commercializzato, nelle provincie di Milano, Monza e Brianza e Siracusa, cocaina e hashish nel periodo compreso tra gennaio e luglio 2014. Il provvedimento rappresenta l’esito dell’indagine della Squadra Mobile di Milano ribattezzata “Dexter” che ha portato all’arresto in flagranza di 9 persone e al sequestro di circa 10 kg di cocaina, 15 kg di hashish, 680 grammi di marijuana ed un pistola clandestina.

L’indagine, inizialmente orientata nei confronti di alcuni rapinatori, in quel momento inattivi, è poi proseguita su alcuni trafficanti di droga in contatto con loro. Dai primi indagati, italiani impegnati nella distribuzione di droga in questa provincia, gli inquirenti sono risaliti a trafficanti internazionali di droga legati alla criminalità albanese. La droga veniva importata dai Paesi Bassi grazie alla complicità di autotrasportatori che accettavano di trasportare cocaina insieme alla merce lecita.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS