FILIPPINE, OSTAGGIO CANADESE UCCISO DAI TERRORISTI ISLAMICI Nel frattempo è rientrato in Italia Rolando Del Torchio, l'ex missionario rapito lo scorso ottobre e rilasciato nelle scorse settimane

469
filippine

Una nuova esecuzione è stata compiuta dai terroristi islamici nelle Filippine. La vittima è un ostaggio canadese, il 68enne Josh Ridsdel, rapito lo scorso settembre. Lo ha confermato il premier canadese Justin Trudeau, condannando questo “assassinio a sangue freddo”. Ridsdel era uno dei quattro turisti (insieme con un altro canadese, un norvegese ed una filippina) presi in ostaggio in un resort dell’isola di Samal da un commando di Abu Sayyaf, gruppo filo-al Qaida che vuole creare una provincia islamica indipendente nelle Filippine. I miliziani avevano minacciato di uccidere i tre uomini entro oggi, se non fosse stato pagato un riscatto. La Bbc ha riferito inoltre che è stata trovata una testa mozzata, ma le forze armate non hanno confermato se appartenga a uno dei rapiti.

Nel frattempo è rientrato in Italia Rolando Del Torchio, l’ex missionario rapito lo scorso ottobre nelle Filippine e rilasciato nelle scorse settimane. L’uomo, a quanto si è appreso, stamani è arrivato all’aeroporto di Malpensa con un volo partito dalle Filippine. Rolando Del Torchio “sta bene” e avrebbe espresso il desiderio di “stare tranquillo” e riposarsi dopo la brutta esperienza. L’ex missionario  era stato rapito nel ristorante che gestiva nel Paese lo scorso 7 ottobre ed è stato tenuto prigioniero per quasi sei mesi.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS