LA TERRA HA UNA NUOVA “SENTINELLA”, RIUSCITO IL LANCIO DI SENTINEL 1B Grazie al suo radar il satellite del programma Copernicus potrà osservare il pianeta anche di notte e in presenza di nubi

585
sentinel 1b

Dopo i vari rinvii che si sono susseguiti tra venerdì e domenica, è stata finalmente lanciata una nuova “sentinella” della Terra. Si tratta del satellite Sentinel 1B, che fa parte del programma Copernicus promosso dall’Agenzia Spaziale Europea (Esa) e dalla Commissione Europea. Dopo tre tentativi falliti nei giorni scorsi, dovuti al maltempo e a un problema tecnico, il lancio è avvenuto dalla base di Kourou spaziale(Guyana Francese) con un razzo Soyuz.

Grazie al radar con cui è equipaggiato, Sentinel 1B potrà osservare la Terra anche di notte e attraverso le nubi. Lavorerà in tandem con il suo gemello Sentinel 1A, lanciato nel 2014, rendendo ancora più capillare la raccolta dei dati ed estendendo il numero e il tipo delle possibili applicazioni.

Nel programma Copernicus l’Italia riveste un ruolo importante con Agenzia Spaziale Italiana (Asi) e industria. Tutti i satelliti della serie Sentinel 1 sono infatti progettati e integrati dalla Thales Alenia Space (Finmeccanica 33%, Thales 67%), i dati sono gestiti dal centro dell’Esa a Frascati (Esrin) e ricevuti dal Centro Spaziale di Matera, una delle tre stazioni del segmento di Terra, gestito dalla società e-Geos (Finmeccanica-Telespazio 80%, Asi 20%).

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS