JUVE CAMPIONE D’ITALIA, FESTA SCUDETTO A VINOVO La Roma all'Olimpico batte il Napoli 1-0; i bianconeri vincono il tricolore con tre turni d'anticipo

695
juve

La Juventus è Campione d’Italia. Grazie alla vittoria della Roma, all’Olimpico, con il Napoli, i bianconeri intascano il quinto scudetto di fila, con tre giornate d’anticipo. Ad inizio anno, nessuno credeva che la squadra di Allegri potesse raggiungere la vetta della classifica e conquistare il tricolore. “Parlare di scudetto ora non ha nessun senso. Se poi giochiamo così”, disse il ct livornese. Al 29 ottobre 2015, la classifica vede la Roma in testa con 23 punti, la Juventus dodicesima con soli 12 punti.

Ma Allegri, uomo pragmatico come pochi, ha saputo ben motivare la squadra. Si era posto l’obiettivo di arrivare a Natale con massimo 5 punti di ritardo. Ma i bianconeri sono riusciti ad andare oltre. Vincono 24 partite su 25; l’unico pareggio è 0-0 di Bologna. In punti, sono 73 su 75. Un record, una striscia di vittorie destinata a restare imbattuta per lungo tempo. E tutto ciò ha permesso alla Juventus di vincere lo scudetto con tre turni di anticipo, proprio come nel 2012, quando alla guida della squadra torinese c’era Conte, che regalò il primo tricolore, di un quinquennio storico. In 25 giornate, i ragazzi di Allegri hanno ripreso 25 punti alla Roma e 21 al Napoli.

La Vecchia Signora è riuscita in un’impresa straordinaria: “Tutti pronti a celebrare il nostro funerale. Invece… semplicemente abbiamo scritto la storia!”. Cos, il presidente Andrea Agnelli celebra, su Twitter, la vittoria dello scudetto: “Gruppo infinito… #finoallafine”, aggiunge Agnelli, che posta un cuore accanto al 5, il numero degli scudetti bianconeri consecutivi. “Il primo scudetto è quello che fa godere di più, ma questo è stato senz’altro il più bello. E’ stato epocale – festeggia il capitano Gigi Buffon -. Lo abbiamo conquistato con valori che vanno oltre la tecnica. Mi auguro che possa diventare ordinaria amministrazione”.

“Dico sempre che si si cresce solo attraverso le difficoltà: riguardo il nostro percorso, sono ancora più orgoglioso! – Il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, ricorda sul social il post che aveva pubblicato il 23 agosto, con la Juventus inaspettatamente in difficoltà ad inizio stagione – La serie A non è la finale dei 100 metri ma una maratona: serve pazienza per trovare il ritmo giusto”. A Vinovo i campioni hanno festeggiato con i tifosi. Un vero e proprio bagno di folla: centinaia di supporter bianconeri erano davanti al centro sportivo per festeggiare, con i loro beniamini, lo scudetto. “Siamo noi, siamo noi, i campioni d’Italia siamo noi”, è il coro che è echeggiato per tutto il pomeriggio. Altri tifosi si sono invece riversati, con sciarpe e bandiere, nella centrale piazza San Carlo, il salotto buono di Torino, per i tradizionali festeggiamenti accompagnati da caroselli d’auto.

La Juve può permettersi di festeggiare grazie alla vittoria giallorossa. All’Olimpico, infatti, la Roma ha battuto il Napoli 1-0. E’ questo il risultato che consegna lo scudetto alla Juventus: i bianconeri sono a +12 sui partenopei, a tre giornate dalla fine. I ragazzi di Spalletti sono invece a -2 dal Napoli nella corsa per il secondo posto. A Verona l’Hellas, che ha battuto in rimonta il Milan 2-1 in uno dei posticipi della 35a giornata di Serie A, gusta un successo amaro: la vittoria del Carpi 1-0 con l’Empoli condanna i gialloblu a retrocedere in Serie B. Tuttavia, il Milan non può dirsi contento della performance di ieri.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS