SIRIA, ATTENTATO VICINO DAMASCO: ALMENO 8 VITTIME Lo scorso 31 gennaio lo stesso quartiere era stato colpito da tre attentati contemporanei che avevano provocato 60 morti e oltre 100 feriti

618
damasco

E’ di almeno 8 vittime e diversi feriti il bilancio dell’attentato che si è verificato oggi nei pressi di Damasco, in Siria. Un’autobomba è stata infatti fatta esplodere nei pressi di un’importante santuario sciita nei pressi della capitale siriana. La notizia è stata riportata dalla televisione Al Manar, appartenente al movimento sciita libanese Hezbollah, le cui milizie combattono in Siria al fianco di quelle del presidente Bashar Al Assad, anche lui appartenente ad un gruppo di sciiti, gli alawiti. Secondo quanto ha riportato la televisione sciita Al MAnar, l’esplosione si è verificata ad un posto di blocco nei pressi del santuario di Sayeda Zeinab, la sorella dell’Imam Hussein. Secondo l’emittente, la bomba all’interno del veicolo è esplosa mentre alcuni militari la stavano controllando. Anche lo scorso 31 gennaio lo stesso quartiere era stato colpito da tre attentati contemporanei che avevano provocato 60 morti e oltre 100 feriti.

Ne l frattempo continuano i radi della coalizione internazionale anti-Isis nel Paese, che la scorsa notte ha compiuto alcuni attacchi contro obiettivi del gruppo terroristico jihadista presenti nel nord del Paese. Secondo la’agenzia statale tuurca Anadolu, sono state distrutte diverse postazioni appartenenti al sedicente Califfato. La stessa fonte ha rivelato che dallo scorso 9 gennaio, l’aviazione turca ha compiuto 167 raid contro l’Isis, uccidendo 492 militanti, mentri altri 370 jihadisti sono stati uccisi dal fuoco d’artiglieria, con 5.330 colpi sparati.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS