MIGRANTI, OBAMA: “MERKEL E’ DALLA PARTE GIUSTA DELLA STORIA” I due leader si sono incontrati per affrontare temi di politica internazionale

569
OBAMA

Angela Merkel è “dalla parte giusta della storia”. Lo ha precisato il presidente degli Stati Uniti Barack Obama, in visita ufficiale in Germania, durante un incontro al castello di Herrenhausen con la cancelliera tedesca. I due leader si sono incontrati per affrontare temi di politica internazionale, come le crisi in Siria e Libia e le emergenze correlate, terrorismo e profughi,  la guerra in Ucraina e il futuro dell’Europa in particolare alla luce della minaccia della Brexit.

Per Obama non si tratta della prima visita ufficiale in Germania: nel luglio 2008, in piena campagna elettorale per le presidenziali americane, arrivò a Berlino in veste di senatore e tenne un discorso davanti alla Colonna della Vittoria, davanti a circa 200 mila persone; nell’aprile 2009, questa volta in qualità di presidente Usa, partecipò al vertice Nato a Baden Baden. Successivamente, Obama è stato in Germania anche nel giugno 2009, a Dresda, e nel giugno 2013, per la visita di insediamento del secondo mandato, tornò a Berlino, dove tenne stavolta un discorso davanti alla Porta di Brandeburgo, sul disarmo nucleare. Infine, Obama ha partecipato l’anno scorso, nel giugno 2015, al G7 tedesco nel castello di Elmau in Baviera.

Secondo il presidente Obama, la cancelliera Merkel deve essere “ammirata” per il suo lavoro. Obama ha anche aggiunto parole di fiducia e stima per l’operato della Germania nella questione migranti e per i cittadini tedeschi, che hanno saputo accogliere nel migliore dei modi i profughi: “sono orgoglioso anche del popolo tedesco”, ha commentato il presidente.

L’incontro ha avuto anche un risvolto inaspettato con una curiosa gaffe che ha coinvolto la bandiera tedesca e lo staff presidenziale: pochi minuti prima dell’arrivo di Obama ad Hannover, lo staff Usa ha diffuso del materiale informativo ai giornalisti che viaggiano con il presidente, sul quale viene mostrato il vessillo tedesco nei colori rosso, nero e oro. Peccato, però, che la sequenza fosse sbagliata, dal momento che la bandiera tedesca è invece nera, rossa e oro. L’errore è stato immediatamente notato e la gaffe è  finita sul sito della Bild on line.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS