25 APRILE, COME VIENE FESTEGGIATO

998
  • English
liberazione

Ogni anno, il 25 aprile, il Bel Paese è in festa, e da Roma a Milano si celebra l’anniversario della “Liberazione” d’Italia dalla occupazione nazifascista, avuta luogo nel 1945. Torino e Milano furono le prime due città italiane ad essere liberate, proprio in questo giorno. Ed è questo il motivo per cui la data odierna è stata assunta quale giornata simbolica della “Liberazione” dell’intera penisola. Il ritiro delle truppe tedesche e fasciste da alcune città, inclusi svariati centri industriali, prima dell’arrivo degli alleati, permise l’avanzata di questi in maniera più rapida.

Svariate volte avvennero drammatici combattimenti in strada; i sopravvissuti dell’esercito tedesco e i fascisti della Repubblica Sociale Italiana sparavano nascosti dietro gli angoli degli edifici, o appostati su tetti o campanili contro partigiani, alleati e civili contrari alla loro ideologia. Il 27 aprile del 1945, Benito Mussolini, indossando l’uniforme di un soldato tedesco, venne catturato a Dongo, in prossimità del confine Svizzero, mentre tentava l’espatrio insieme all’amante Claretta Petacci. Riconosciuto dai partigiani, venne imprigionato e giustiziato il giorno seguente. Il suo cadavere esposto a testa in giù, accanto a quelli della Petacci e di altri generali dell’esercito fascista, in piazzale Loreto, a Milano.

In questo giorno, l’Italia fa memoria di tutti gli uomini e le donne che sono morti allora per garantire a noi che calpestiamo lo stesso suolo, i diritti della democrazia. A Torino, è stato confermato, come ogni anno, l’appuntamento con il pop e il rock del 25 aprile in piazza Castello. Lo show inizierà nel pomeriggio, e vedrà avvicendarsi dodici gruppi e personaggi della canzone d’autore nazionale, alternando celebrità e realtà musicali emergenti. Tra gli artisti: Paola Turci, Teresa De Sio e Peppe Voltarelli, Angelo Branduardi e tanti altri. Inoltre, il Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà propone eventi, proiezioni, incontri.

A Roma, la Capitale, com’è ormai di tradizione, aprirà la giornata con le celebrazioni all’Altare della Patria alla presenza degli alti rappresentanti dello Stao, che si protrarranno per tutta la mattinata, passando poi per le Fosse Ardeatine e concludendosi al Museo Storico della Liberazione. Nell’Urbe, i festeggiamenti continueranno la sera al Villaggio Globale di Testaccio con la manifestazione “La Liberazione” che vedrà l’esibizione dei 99 Posse, insieme alla Banda Bassotti. Come in tutte le altre grandi città, anche a Roma i musei saranno aperti e sarà quindi possibile visitare i Musei Capitolini, il Mercato di Traiano, il Palazzo delle Esposizioni o l’Ara Pacis.

Anche a Milano si aprirà con le celebrazioni ufficiali: un grande corteo muoverà da Corso Venezia per raggiungere Piazza Duomo mentre, in serata, al Parco di Trenno ecco l’evento “Partigiani in ogni quartiere” con il concerto dei Modena City Ramblers. E nelle altre città? A Firenze, invece, oltre all’apertura straordinaria dei più importanti musei cittadini, nel Parco delle Cascine si terrà la 189esima edizione della “Corsa dell’Arno”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS