RENZI A POMPEI: OGGI LA FIRMA DEL PATTO DI STABILITA’ Alle 12 il premier è atteso nella prefettura di Napoli per la firma con il governatore Vincenzo De Luca

590
FIRMA

Visita a sorpresa stamattina del premier Matteo Renzi, con la moglie Agnese, al sito archeologico di Pompei: il presidente del Consiglio è tornato nel sito dove a dicembre dello scorso anno aveva inaugurato l’apertura di nuove domus romane. In forma privata, ma accompagnato dalla consorte, Renzi ha visitato la mostra appena aperta “Egitto a Pompei” e quella intitolata “Miti e Natura”. Alle 12 il premier è atteso nella prefettura di Napoli per la firma del Patto per la Campania con il governatore Vincenzo De Luca.

Il Patto di oggi è il primo degli accordi previsti dal Masterplan per il Mezzogiorno che comprende l’attivazione di 16 Patti per il Sud, uno per ognuna delle 8 Regioni (Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia, Sardegna) e uno per ognuna delle 8 Città Metropolitane (Napoli, Bari, Taranto, Reggio Calabria, Messina, Catania, Palermo, Cagliari). L’obiettivo è quello di definire per ognuna di esse gli interventi prioritari e trainanti, le azioni da intraprendere per attuarli e gli ostacoli da rimuovere, la tempistica, le reciproche responsabilità. La firma del Patto per la Campania sbloccherebbe risorse per 1,2 miliardi di euro che potrebbe arrivare “forse addirittura in settimana, al massimo la settimana prossima”, come assicurato nei giorni scorsi da Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania.

Ieri, nella sua enews, nel riassumere gli impegni che lo attendono da oggi alla fine della prossima settimana, Renzi ha scritto: “Segnalo i 70 anni della Vespa, a Pontedera, oggi. La firma del Patto per la Campania domani a Napoli, prima firma di accordi con le Regioni e i principali comuni del Sud, come da nostro impegno sul “masterplan per il mezzogiorno”. Lunedì, dopo l’omaggio all’Altare della Patria per il 25 aprile, saremo invece ad Hannover per l’incontro con Obama, Merkel, Cameron, Hollande”. “Spero – aveva anche detto – che vi siate annotati nell’agenda la data del 29 aprile, quando, con la regia di Riccardo Luna, l’Italia sarà attraversata da centinaia di eventi per ricordare la prima connessione internet, avvenuta da Pisa esattamente trent’anni prima. Il sito per seguire tutte le iniziative è italianinternetday.it”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS