OGGI È L’ONOMASTICO DI BERGOGLIO. IN VATICANO TORTA BIO CON SAN GIORGIO Il dolce è stato realizzato “a basso contenuto glicemico per rispettare la dieta che segue scrupolosamente Francesco”

510
onomastico

Oggi è l’onomastico di Papa Francesco, all’anagrafe Jorge Mario Bergoglio. Nel giorno di San Giorgio a Casa Santa Marta è arrivata una grande torta realizzata dalla gelateria-pasticceria “Hedera” di Borgo Pio. Il dolce è stato realizzato “a basso contenuto glicemico – fanno sapere i pasticceri – per rispettare la dieta che segue scrupolosamente Francesco”. Nocciole biologiche di Viterbo e pregiati pistacchi di Bronte: questi gli ingredienti alla base della torta ricoperta con una figura di San Giorgio, il cavaliere e martire del III secolo raffigurato dalla tradizione popolare, e anche sulla torta del Papa, come il soldato che affronta il drago, simbolo della fede intrepida che trionfa sulla forza del maligno.

Il 17 dicembre 2015, per festeggiare i 79 anni del Pontefice, la stessa dolceria ha confezionato un dolce al limone che riproduceva il logo ufficiale del Giubileo straordinario della misericordia. L’anno precedente, invece, la torta per il compleanno di Bergoglio era decorata in superficie con il suo stemma pontificio, integralmente lavorato a mano. “Quello che posso dire – spiega all’Ansa il ‘patron’ della gelateria, Francesco Ceravolo riferendosi al Santo Padre – è che si tratta della persona più semplice e austera che abbia mai conosciuto in vita mia”. Il pasticcere del Papa è attento, inoltre, a garantire prodotti che non siano troppo controindicati in regimi alimentari controllati. Infatti le calorie e gli zuccheri devono essere opportunamente dosati anche per non aggravare il problema della sciatica che periodicamente affligge l’attuale vescovo di Roma.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS