PONTE DEL 25 APRILE, CON IL CICLONE MEDUSA TORNA L’INVERNO IN ITALIA Qualche miglioramento al nord solo a partire da lunedì pomeriggio

567
medusa

Le previsioni meteo per il ponte del 25 aprile fornite dal Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare prevedono maltempo e pioggia in tutta la penisola. La perturbazione che ha già colpito l’Italia in questi giorni persisterà sabato 23 sul nord Italia, con piogge diffuse un po’ ovunque e precipitazioni temporalesche sulla Liguria. Dal pomeriggio è atteso un parziale miglioramento sulla Valle d’Aosta, ed in forma più decisa sul Piemonte e sul ponente ligure. Stessa situazione al centro e in Sardegna: maltempo al primo mattino in Toscana con piogge e temporali. Molte nubi sulle restanti regioni peninsulari ma con successivo generale peggioramento specie nel Lazio.

Molte nubi anche sulla Sardegna dove però le precipitazioni interesseranno per lo più il settore centro settentrionale e tenderanno ad attenuarsi nel corso del pomeriggio. Sud e Sicilia: annuvolamenti compatti su Campania e settore tirrenico della Basilicata con associati rovesci in parziale estensione al versante tirrenico della Calabria. Molte nubi ma meno compatte anche sulle altre regioni ad eccezione della Puglia e Sicilia dove non mancheranno ampie schiarite. Le temperature minime saranno stazionarie e le massime in calo ovunque, marcatamente al nord ovest e nelle aree appenniniche centrali.

Domenica 24: ancora piogge diffuse attese sul triveneto ed Emilia Romagna con schiarite sul resto del nord. Il maltempo tenderà a persistere sulle regioni centrali peninsulari e su quelle meridionali tirreniche. Decise schiarite in Sardegna, Sicilia, Puglia e nelle zone interne della Basilicata. Le temperature tenderanno a diminuire un po’ ovunque.

Qualche miglioramento arriverà solo lunedì 25 su tutto il nord già al mattino e sulle regioni centrali tirreniche a partire dal pomeriggio. Ma persisterà il maltempo al sud peninsulare con miglioramento a fine giornata. Per martedì 26 e mercoledì 27 sono previste generali condizioni di variabilità con nuovi annuvolamenti in arrivo sulle aree alpine e qualche addensamento più compatto sulle regioni tirreniche.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS