SIRIA: MILLE VOLONTARI IRANIANI MORTI DURANTE IL CONFLITTO Quarantadue brigate e 138 battaglioni della Repubblica Islamica sono sul campo a difesa del regime di Assad

692
iran soldati

Circa mille combattenti iraniani sarebbero morti nel corso della guerra civile siriana. Lo hanno detto all’Ansa alcune volontarie che curano le tombe dei nuovi “martiri” nel cimitero di Teheran. Le ultime cifre ufficiali in materia, infatti, risalgono allo scorso anno, quando l’agenzia Irna aveva parlato di 400 pasdaran e 200 afghani uccisi, in una notizia subito cancellata.

I circa 1.000, indicati dalle fonti cimiteriali, sono in maggioranza cittadini iraniani, ma vi è anche una consistente componente di rifugiati afghani che si offrono come volontari. Quanto alle forze combattenti sul campo, il comandante dei Pasdaran, Mohammad Eskendari, ha parlato di 42 brigate e 138 battaglioni armati presenti in Siria per difendere il governo del presidente Assad e combattere l’Isis, Al Nusra e altri “gruppi terroristici”.

Il generale Hamedani, ha quantificato in circa 200 mila persone sul terreno. Di recente, il Financial Times ha riferito che anche l’esercito regolare iraniano (di leva al contrario delle milizie dei Pasdaran, legate alla guida suprema) avrebbe mandato proprie truppe. Ahamd Reza Pourdastan, comandante delle forze armate di terra, ha negate che ci siano unità regolari in Siria, ma solo “consulenti”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS